Terni: una città per gli innamorati

Guida Guida

Nei giorni di San Valentino, dall’11 fino al 15 febbraio, la città umbra celebra i mille volti del sentimento più famoso: l’amore!

Da sempre, e in ogni angolo della terra, l’amore è il più chiacchierato, difficile, affascinante e "studiato" sentimento umano, e c’è un luogo in Italia che gli dedica una particolare attenzione. Patria del Santo patrono di tutti gli innamorati, Terni è conosciuta, anche oltre i confini nazionali, come "la città dell’amore".

La fama di questo luogo, immerso nelle campagne dell’Italia centrale, non deriva soltanto dal fatto che quasi duemila anni fa (nel 176 circa) vi nacque San Valentino (chiamato anche San Valentino da Terni).
 

Dal XVII secolo infatti, ogni 14 febbraio, tutta la città si veste a festa dando vita a manifestazioni, riti e celebrazioni in onore del glorioso antenato.

La data stessa, oggi adottata (e commercializzata) in tutto il mondo come festa degli innamorati, deriva dal martirio che segnò la morte, dopo flagellazione e decapitazione, del santo nel 273.
 
Le leggende, rievocate nella festa di Terni, raccontano di numerosi miracoli proprio in campo sentimentale: san Valentino, al tempo vescovo, riconciliò una coppia in preda a un furibondo litigio semplicemente ponendo una rosa tra le loro mani o ancora riempì d’amore due giovani facendo volare intorno a loro numerose coppie di colombe che tubavano.
 
I racconti intorno alla figura del Santo ispirano la festa tradizionale del 14 febbraio. L’aspetto religioso prevede il solenne pontificale, una celebrazione in cui il vescovo della città manda un messaggio d’amore a tutti i fedeli seguita da un ritrovo sul Colle Valentiniano, dove gli abitanti si recano per omaggiare e confidare pene e desideri d’amore al patrono.
 
Sul versante più "profano" dei festeggiamenti si può godere di un grande mercatino, con oltre 300 bancarelle, dove trovare oggetti artigianali, specialità culinarie e varietà di regali e cibi a tema. Da non perdere il Cioccolentino (11-15 febbraio), una grande manifestazione che esalta il connubio tra il cibo più amato, la tradizione cittadina e l’amore stesso. 
 
Poco fuori dalla città, a soli 9 chilometri, si trova la cascata delle Marmore: in concomitanza con la festa viene organizzata Fall in Love (14, 15 e 16 febbraio), un’interessante visita guidata tra storia e romanticismo. Quindi un sentiero conduce al ‘velo della sposa’ (un suggestivo gioco d’acqua) e poi al ‘balcone degli innamorati’.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI