I panorami più belli della Scozia: sul treno da est a ovest

Guida Guida

Un viaggio coast to coast sulla strada ferrata, attraversando brughiere, tra antichi castelli, laghi leggendari e villaggi d’altri tempi.

Attraversare la Scozia da est a ovest: questo è uno degli itinerari in treno più belli e suggestivi del Regno Unito, perché si snoda su territori poco abitati e molto verdi. Il periodo meno adatto per godersi questo percorso è sicuramente l’inverno, perché troviamo solo 6 ore di luce in questa stagione: da giugno a settembre c’è il maggiore affollamento, dunque la primavera e l’autunno sono senz’altro i momenti migliori.
 
Il punto di partenza è Inverness, città tra le più giovani del paese: è stata costruita infatti tra il XVIII e il XIX secolo. Nei dintorni sono numerose le meraviglie naturali: nel Beauly Firth, per esempio, si possono ammirare delfini e foche. Tanti anche i castelli e altri monumenti, come il castello di Kilcoy; a sud-ovest di Inverness si allunga anche il famosissimo Loch Ness, il lago su cui si specchiano anche i resti del castello di Urquhart.  
 

Il percorso in treno muove verso nord, attraversando il fiume Ness, toccando il Beauly Firth e quindi la brughiera di Easter Ross.

La cittadina di Dingwall, di origine vichinga, merita una sosta: è famosa per i suoi negozi, il mercato e l’antico Tulloch Castle, del XII secolo, oggi adibito a hotel di lusso.

 
Spostandosi verso ovest, i paesaggi si fanno sempre più pittoreschi: appaiono rilievi come il Cnoc nah Iolaire, poi lo Sgurr a’Mhuilinn; si attraversa poi la foresta di Achnashellach, dove è possibile avvistare qualche branco di cervi. Nelle distese aperte capita di vedere anche animali al pascolo, come certi buoi dal pelo lungo, tra le razze più antiche delle Highlands, detta appunto vacca delle Highlander.
 
Giunti sulla costa occidentale, molto frastagliata, si giunge al pittoresco villaggio di Plockton, circondato dalle colline e dominato dal Duncraig Castle. L’ultimo tratto di questa linea ferroviaria offre altri panorami bellissimi sul mare: tocca Erbusaig Bay, poi Kyle of Lochalsh, ultima tappa. Di fronte, le piccole isole di Raasay, Pabbay e Scalpay.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI