Tour dei castelli nella terra di Dracula

Guida Guida

Dal Castello Hunyad a quello di Bran: un itinerario storico alla scoperta dei tenebrosi manieri dei Carpazi sulle tracce di Vlad III di Valacchia.

Terra diventata ormai universalmente nota come madrepatria del voivoda Vlad III di Valacchia, la Romania sta prendendo sempre più piede come meta turistica alternativa. Questo personaggio storico, nonché eroe nazionale rumeno grazie alla sua attività di contrasto alle invasioni turche, ha raggiunto un’incredibile fama internazionale soprattutto grazie allo scrittore Bram Stoker, che si è liberamente ispirato a lui per creare la figura letteraria del terribile conte Dracula, dando il via a un filone di romanzi e film incentrati sui vampiri che dura ancora oggi.

Tracce del passaggio di Vlad III si conservano praticamente in ogni angolo della Romania e in particolare nei meravigliosi castelli della regione dei Carpazi:

il Castello Hunyad, il Castello di Bran e la Fortezza di Poenari.

 

Il Castello Hunyad, dal caratteristico stile gotico-rinascimentale, sorge su un altopiano roccioso nei pressi della città transilvana di Hunedoara. Fu costruito nel XV secolo per ospitare la nobile casata degli Hunyadi e, secondo la tradizione, fu proprio qui che Vlad III fu tenuto prigioniero per ben 7 anni da Mátyás Hunyadi, re d’Ungheria meglio conosciuto in Italia con il nome di Mattia Corvino. Le sue massicce torri di difesa, le guglie appuntite, i fossati protettivi, le mura merlate, i ponti levatoi e le splendide sale interne danno a questo complesso monumentale un aspetto tenebroso e solenne, che l’ha reso adatto come location per numerosi film.
 
L’edificio che secondo i più ispirò Bram Stoker nella stesura di Dracula è però il Castello di Bran, una struttura maestosa risalente al XIV secolo che sorge nelle vicinanze della città di Brașov e che è conosciuto anche come Castello di Dracula. Tuttavia è ormai certo che il principe valacco vi abbia trascorso solo qualche notte, senza averci mai vissuto davvero. Diventato residenza dei sovrani del Regno di Romania dal 1920 al 1948, i suoi interni furono completamente ammodernati, perdendo parte del loro fascino originario e sono ora adibiti a sale di un museo dedicato alla vita dei reali di Romania e al mito di Dracula
 
Circa 100 km più a ovest si trovano invece le imponenti rovine della Fortezza di Poenari, che domina da un ripido precipizio la valle scavata dal fiume Argeş. Secondo alcune fonti sarebbe questo il vero ‘castello di Dracula’: è infatti prevalentemente qui che Vlad III risiedette dal 1450 circa fino alla sua morte. Per raggiungere le rovine è necessario percorrere a piedi 1480 gradini, ma la vista mozzafiato che è possibile ammirare dalla loro sommità vale sicuramente la fatica!
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI