Weekend a Berlino per la finale di Champions!

Guida Guida

Monumenti, musei e locali per tutti i gusti. Un fine settimana nella capitale tedesca per respirarne l’atmosfera cosmopolita e dinamica.

A volte ritornano. Dopo nove anni dalla magica notte del 9 luglio 2006, un’altra squadra italiana si trova a dover disputare una finale internazionale all’Olympiastadion di Berlino. Allora era la nazionale che si contendeva la Coppa del Mondo con la Francia, oggi è la Juventus, che il 6 giugno affronterà il Barcellona per aggiudicarsi la Champions League.

Se siete tra i fortunati che sono riusciti ad aggiudicarsi i biglietti della partita oppure avete intenzione di recarvi nella capitale tedesca anche solo per un breve weekend di svago, rimarrete incantati dalla sua atmosfera cosmopolita e dall’irrefrenabile dinamismo che dopo le distruzioni della seconda guerra mondiale ha permesso alla città di rinascere con una nuova energia.
 

 La città ha moltissimo da offrire sia dal punto di vista culturale che da quello del divertimento:

praticamente in ogni angolo ci sono musei, gallerie d’arte, negozi, ristoranti e locali di ogni tipo, tutti facilmente raggiungibili grazie all’estesa e super-efficiente rete di trasporti pubblici.

 
Uno dei modi migliori per iniziare a conoscere Berlino è cominciare la propria visita dal palazzo del Reichstag, l’edificio del Parlamento nazionale (Bundestag). Più volte danneggiato e poi nuovamente ricostruito, dietro la sua grandiosa facciata neoclassica il Reichstag cela un ambiente ultramoderno. L’elemento più spettacolare è indubbiamente la grande cupola di vetro, ma ricordate che per visitarla occorre ricordarsi di prenotare online almeno un paio di giorni prima.
 
A pochissimi passi dal Reichstag si trova un altro monumento-simbolo della città: l’imponente Porta di Brandeburgo. Da qui procedete lungo il poetico viale Unter den Linden: il nome significa ‘sotto i tigli’ e si riferisce ai grandi alberi che si allineano sui due lati della strada. Ai lati di questo boulevard si trovano numerosi edifici importanti, come la Humboldt-Universität, la Staatsoper (‘Opera di stato’), la Neue Wache (‘Nuova guardia’) e lo Zeughaus (‘Arsenale’). Durante la passeggiata potrete inoltre fermarvi per un break in uno dei tantissimi caffè, locali e chioschi che si assiepano lungo la via.
 
Non fatevi mancare poi una visita al Checkpoint Charlie, vecchio posto di blocco tra la Berlino sovietica e quella statunitense nonché simbolo della Guerra Fredda. Qui, oltre alla ricostruzione di una guardiola americana, si può vedere l’Haus am Checkpoint Charlie, un museo che documenta tutte le fughe e le tragedie determinate dal Muro di Berlino.
 
Se siete appassionati di musei, però, è la Museumsinsel quello che fa per voi! Dichiarata Patrimonio dell’Umanità per la sua importanza culturale e artistica, la Museumsinsel occupa l’estremità settentrionale dell’isola nel fiume Sprea e concentra in pochi metri ben cinque musei che custodiscono capolavori inestimabili. Tra essi il più famoso è indubbiamente il Pergamonmuseum, nel quale si possono ammirare l’Altare di Pergamo, la porta babilonese di Ishtar, la porta del mercato di Mileto e il bellissimo busto della regina egiziana Nefertiti.
 
Infine, per godere di una vista mozzafiato di Berlino recatevi ad Alexanderplatz e salite sulla svettante Torre della Televisione, che con suoi 368 metri di altezza, è l'edificio pubblico accessibile più alto d'Europa.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI