Buckingham Palace vi dà un benvenuto regale

Guida Guida

Fino al 27 settembre Buckingham Palace, simbolo della royalty britannica, apre le sue porte al pubblico.

A tutti gli ammiratori della Regina Elisabetta e ai semplici curiosi che vogliono avere un piccolo assaggio dell’atmosfera che si respira tra le mura di un vero palazzo reale, Londra vi offre ancora per pochi giorni un’occasione ghiottissima: fino al 27 settembre Buckingham Palace apre le sue porte ai visitatori!

Il palazzo si trova a Westminster, il cuore politico e monarchico della capitale inglese, ed è la residenza principale della famiglia reale britannica nonché sede di numerose cerimonie pubbliche di grande rilievo, come i ricevimenti reali e le visite di Stato.

Fin dal 1993, quando i lavori di restauro del castello di Windsor resero necessario reperire fondi, la Regina ha deciso di aprire al pubblico le State Rooms dalla fine di luglio alla fine di settembre, quando la famiglia reale parte per l’annuale periodo di residenza nel castello scozzese di Balmoral.
 
Il tema di quest’anno è ‘A Royal Welcome’ e i visitatori potranno scoprire tutti i segreti che si nascondono dietro i magnifici ricevimenti riservati agli ospiti di Sua Maestà.
 
Per la prima volta in assoluto si accede alle State Rooms attraverso la Grand Entrance, l’ingresso d’onore che negli anni ha visto passare teste coronate, primi ministri e celebrità di diverso genere. Da qui, salendo la grandiosa scalinata in marmo di Carrara, si arriva prima alla Sala Verde e quindi alla quella del Trono, l’ambiente che forse più di tutti suscita la curiosità del pubblico. La sala è un trionfo di opulenza, con pareti color cremisi, magnifici lampadari e soffitti preziosamente decorati da stucchi bianchi e dorati; ciò che cattura lo sguardo però sono i due troni, semplici nella loro maestosità, con le iniziali di Elisabetta II e del Principe Filippo, che si trovano in fondo alla stanza in posizione leggermente rialzata e sormontati da un baldacchino scarlatto.
 
Proseguendo nella visita si arriva alla Picture Gallery, la luminosa ‘pinacoteca’ del palazzo nella quale sono esposti alcuni dei dipinti più preziosi della Royal Collection, tra cui opere di Rembrandt, Rubens, Poussin e Canaletto. Da qui, attraverso altre due sale, si accede alla Sala da Ballo, allestita di tutto punto per ospitare un banchetto reale. Nell’anticamera di accesso sono esposti alcuni abiti e gioielli di Sua Maestà, menù, argenteria, piatti, bicchieri e tutto l’occorrente per le grandiose cene di gala organizzate a palazzo, e vengono svelati alcuni retroscena curiosi: sapevate per esempio che ogni commensale ha a disposizione 47 centimetri misurati al millimetro sulla tavola?
 
Il tour prosegue quindi con le stanze affacciate sui 12 ettari di giardini: la State Dining Room, la Blue Drawing Room, la Music Room (dove sono stati battezzati il Principe Carlo e William) e la White Drawing Room. Quest’ultima stanza nasconde niente meno che un passaggio segreto: dietro gli specchi della parete di fondo si celano infatti due porte che permettono ai membri della famiglia reale di arrivare direttamente ai loro appartamenti privati.
 
L’elegante scalinata della Ministers’ Stair collega la White Drawing Room alla Marble Hall, un lungo corridoio che ospita straordinarie sculture marmoree tra cui Marte e Venere di Antonio Canova. A chiudere la visita delle State Rooms c’è infine la Sala a Bovindo o Sala degli inchini (Bow Room), dove Sua Maestà attende gli ospiti. Da qui i visitatori possono terminare il loro tour con una passeggiata lungo il lato sud dei giardini di Buckingham Palace, da cui si gode una splendida vista sul fronte ovest del Palazzo.
 
La visita ha una durata di circa 2 ore ed è necessario prenotare in anticipo sul sito del Royal Collection Trust.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI