Sciare e risparmiare? Ecco qualche consiglio!

Guida Guida

Divertirsi sulla neve senza spendere un patrimonio è possibile: basta muoversi in anticipo e usare qualche accorgimento nella scelta del luogo e del periodo.

Con l’inverno torna la passione per la neve! Le località sciistiche sono tante, disseminate su tutto l’arco alpino e non solo. Lo sci è sempre stato ritenuto, a ragione, uno sport abbastanza caro. Negli ultimi anni, però, le offerte si sono molto diversificate per cui è possibile divertirsi tanto contenendo le spese. Ecco alcuni consigli.

Le prime due indicazioni abbastanza ovvie sono quelle di evitare i periodi di alta stagione e le località più famose

Se si è costretti a scegliere i giorni più costosi, è possibile riuscire a risparmiare lo stesso; in questo caso è utile evitare i luoghi che sono collegati ai grandi comprensori, e spostare la propria ricerca nelle valli meno conosciute. Se invece si può scegliere un periodo di bassa stagione i grandi comprensori offrono interessanti possibilità

 
Per esempio la Via Lattea, in Piemonte, prevede sconti sullo skipass per l’abbonamento su 6 giorni e i bambini hanno ulteriori riduzioni. Anche in val di Sole, in Trentino, ci sono promozioni speciali; in altre località si propongono facilitazioni per le famiglie, come a Ponte di Legno, Bormio e Sella Nevea. Nel comprensorio Dolomiti Superski sono previsti sconti anche sui corsi di sci o l’affitto dell’attrezzatura, nel caso di più giorni.
 
In Svizzera, dove i prezzi sono sempre molto alti rispetto all’Italia, sono attive diverse promozioni per i bambini o i giovani sciatori: per esempio a Zermatt, ai piedi del Cervino, i ragazzi sotto i 16 anni possono sciare gratis il sabato. Offerte di vario genere vi sono anche a Sankt Moritz, in Engadina. La Slovenia, vicina all’Italia, permette di trascorrere piacevoli vacanze “bianche” all’insegna del risparmio: perfino in località molto famose come Kranjska Gora, dove si disputa la Coppa del Mondo, o Maribor, lo skipass e gli alloggi sono meno cari che in Italia.
 
Il risparmio si può ottenere anche in altri modi. Intanto conviene scegliere località meno famose e che non fanno parte dei grandi comprensori: per qualche giorno di vacanza, se non si è sportivi “full time”, possono bastare anche 40 chilometri di piste per trovare soddisfazione nella discesa. Nella maggioranza delle piccole località, poi, si cura sempre l’aspetto del divertimento serale con tante proposte per tutti. 
 
I più pigri e coloro che amano far tardi la sera possono scegliere di fare skipass ad hoc: quelli validi dalle 11 di mattina oppure utilizzabili nel pomeriggio permettono una bella riduzione di prezzo. Dalla Valle d’Aosta al Friuli, dunque, non c’è che l’imbarazzo della scelta: basta solo un po’ di pazienza per trovare la località più adatta alle nostre esigenze!
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI