In Svizzera la Valle Maggia è da scoprire in bus!

Guida Guida

A pochi passi da Locarno si trovano belle valli ma la più lunga e maestosa è la Maggia, che si snoda per 50 km.

Per apprezzare davvero il panorama della Valle Maggia saltate su un autobus (ce n’è uno all’ora) che da Locarno va in direzione di Bignasco. Sarà un modo alternativo e sostenibile di visitare questi splendidi luoghi, togliendosi la noiosa incombenza di dover guidare. Lungo il percorso ci sono graziosi e suggestivi villaggi ma non potrete visitarli tutti in un giorno, quindi occorre compiere una scelta. Il tragitto in bus per Fusio (con cambio a Bignasco) richiede poco più di un’ora e mezza.
 

Vicino a Locarno la strada imbocca l’ingresso della valle a Ponte Brolla, dove il fiume Maggia ha scavato una stretta e profonda gola nella roccia

A nord c’è Gordevio, con la seicentesca chiesa dei Santi Giacomo e Filippo: un ottimo posto dove fare una sosta.

 
I bus risalgono anche le valli laterali, portandovi a Cevio, dove è da visitare il Museo di Valmaggia, che descrive la vita che facevano i valligiani nelle epoche passate. Anche il villaggio incantevole di Bosco Gurin è da vedere: si tratta di una manciata di case intonacate di bianco coi tetti in pietra, circondate da boschi di betulle. Vi si trova il Museo Walserhaus, dedicato ai Walser.
 
Se invece rimanete sul bus per Bignasco incontrate Cavergno, un borgo di antichi edifici rurali, mentre a San Carlo si può prendere la funivia per Robiei, con una splendida vista sul ghiacciaio del Basodino. La terza possibilità è il bus per Fusio, che attraversa Mogno, in cui c’è una modernissima chiesa accanto a edifici più tradizionali. Fusio è un bel villaggio di case in pietra e granai in legno che si aggrappa al fianco della valle.
 
Godetevi la gita, l’importante è non perdere l’ultimo bus per Locarno!
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI