Al cinema: Noi 4, Amici come noi, Jimmy P.

Guida Guida

Una commedia corale su una famiglia ancora unita, l'esordio al cinema di una coppia di comici e un film sulla storia di un particolare caso psicoanalitico

Noi 4: sceneggiatore prediletto di Mimmo Calopresti ma sopratutto di Paolo Virzì, Francesco Bruni ha esordito alla regia con l'apprezzato Scialla!, esempio di commedia calata nella realtà già frequentata con successo nelle sue storie.

Il film attualmente nelle sale rappresenta un banco di prova per il suo impegno dietro la macchina da presa

In quest'opera si racconta una giornata di una famiglia ancora unita nonostante i due genitori, la frenetica Elena (Ksenia Rappoport) e il lassista Ettore (Fabrizio Gifuni), abbiano interrotto da tempo una relazione erosa da incomprensioni e incompatibilità.

Scopriamo non solo gli strascichi sentimentali che sopravvivono nella coppia, ma anche l'unione con i figli Emma, attrice impegnata nell'occupazione del Teatro Valle, e il piccolo Giacomo.

Amici come noi: il duo comico formato da Pio (D'Antini) e Amedeo (Grieco), fattosi conoscere grazie alla partecipazione al programma giornalistico-satirico Le Iene, sbarca anche al cinema.

Amici come noi è una commedia dall'impianto molto classico, che mette insieme un viaggio per tutta Italia e l'Europa, alcuni malintesi e un rapporto di amicizia al maschile.

I due protagonisti si conoscono da sempre, uniti dalla passione per il calcio e dal lavoro (una strana azienda di pompe funebri)

A scatenare gli eventi è la scoperta che Rosa, la fidanzata e futura moglie di Pio, ha partecipato a un video a luci rosse che sta spopolando sul Web.

Pio e Amedeo si imbarcano quindi in un'avventura on the road che li porterà a Roma, Milano e poi Amsterdam, fino alla riconquista dell'amata (forse) infedele.

Jimmy P.: Arnaud Desplechin dopo alcuni film magistrali come Un racconto di Natale e I re e la regina è ormai riconosciuto in Francia come una delle voci più interessanti.

Presentato a Cannes, Jimmy P. è il primo tentativo in lingua inglese dell'autore, che come al solito si posiziona a cavallo tra la commedia e il dramma con inaspettati momenti onirico-surreali

La pellicola racconta la vera storia del tentativo di cura di Jimmy Picard (Benicio del Toro), nativo americano tornato traumatizzato dalla Seconda Guerra Mondiale, da parte di Georges Devereux (Mathieu Amalric), psicoanalista ungherese.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI