• 10 motivi per bere acqua e limone tutte le mattine
    2341
    afnu71
    10 motivi per bere acqua e limone tutte le mattine
    salute-e-benessere

    E' una buona abitudine che aiuta a depurare l'organismo e a mantenere la pelle sana e radiosa. Ma non solo! Scopri perchè fa bene bere acqua e limone tutte le mattine.

  • 10 consigli per mantenere giovane la pelle
    2329
    yv935m
    10 consigli per mantenere giovane la pelle
    bellezza-e-stile

    Per mantenere l'epidermide levigata e giovane è utile seguire alcuni accorgimenti: ecco 10 consigli per mantenere la pelle giovane!

  • Le 6 proprietà benefiche della curcuma
    2392
    rpjtaa
    Le 6 proprietà benefiche della curcuma
    salute-e-benessere

    La curcuma è una radice sempre più utilizzata anche nell'alimentazione occidentale: scopriamo le sue proprietà benefiche.


  • Apri TV

titolo

  • 10 motivi per bere acqua e limone tutte le mattine
    2341
    afnu71
    10 motivi per bere acqua e limone tutte le mattine
    salute-e-benessere

    E' una buona abitudine che aiuta a depurare l'organismo e a mantenere la pelle sana e radiosa. Ma non solo! Scopri perchè fa bene bere acqua e limone tutte le mattine.

  • 10 consigli per mantenere giovane la pelle
    2329
    yv935m
    10 consigli per mantenere giovane la pelle
    bellezza-e-stile

    Per mantenere l'epidermide levigata e giovane è utile seguire alcuni accorgimenti: ecco 10 consigli per mantenere la pelle giovane!

  • Le 6 proprietà benefiche della curcuma
    2392
    rpjtaa
    Le 6 proprietà benefiche della curcuma
    salute-e-benessere

    La curcuma è una radice sempre più utilizzata anche nell'alimentazione occidentale: scopriamo le sue proprietà benefiche.

Emme

Amo solo chi non mi vuole, perché?

24 anni e una certezza: fin dalla più tenera età la tendenza assoluta ad invaghirsi solo di chi non ti vuole. 

Cara emme ho 24 anni e un problema enorme, non ho mai avuto una relazione perché da sempre mi piacciono solo quelle che non mi vogliono, quelli che mi amano li schifo letteralmente.
Non me ne piace uno. Io ti piaccio. Che schifo.
Lo so sembro pazza.
Per questo ti chiedo aiuto.
R.

R. non sei pazza, e ora ti spiego perché.
Le persone che ci amano ci ridanno un immagine di noi in cui spesso non ci riconosciamo, se non siamo in pace con noi stessi.
La domanda che ci poniamo più volte quando riceviamo amore è “cosa ho fatto per meritarmelo?”
Certo se sei un egorivolta che si specchia nelle vetrine con la postura di Belen, tenendo il sedere nello zaino, la bocca all’altezza delle ginocchia, riuscendo misteriosamente a camminare rimanendo sempre di tre quarti e sempre sulle punte anche se indossi delle pattine..bhe, li non te lo chiedi.
Li l’unica domanda che ti fai è “questa luce e perfetta per un selfie?” e la risposta e sempre “OBIO”.
Ma noi, che non compriamo l’ego un tanto al chilo al mercato, spesso ci sentiamo inadeguate, la nostra coperta è sempre troppo corta ed è più facile raccontarsi che va bene un irrisolto come noi che non dà attenzione, che non ha tempo, che ha un sacco di NON motivi per farci stare male.
Quelli che ci amano ci mettono davanti alla possibilità di piacere veramente a qualcuno quando non piacciamo a noi stesse.
I conti non tornano. Che schifo, diresti tu.
Ecco R., lasciatelo dire da una che aveva 24 anni ai tempi degli 883 con Mauro Repetto che si dimenava in controcampo come se lo avesse colto un attacco epilettico: fai fare i conti a qualcun altro.
Lasciati avvicinare.
Guardati in giro, guarda quanta gente non merita l’amore ma ce l’ha. Non c’entra avere la 42, la pancia piatta, donare metà del tuo stipendio a Greenpeace senza aver mai visto una balena, far attraversare le nonnine, sono tutte cose che sei libera di fare.
Fai uscire la pizza dalla tua vita (pazzaaaa!) fai beneficenza (bravah!) ma non è cosi che guadagni punti karma.
Lasciati avvicinare. E 2.
Non devi essere degna. Devi essere amata. Fatti convincere da chi ama, da quelli a cui piaci che ci sono mille motivi per cui dovresti piacere anche a te.
A me piaci perché dici CHE SCHIFO.
All’asilo c’era un bambino bellino da morire. Io avevo deciso che si chiamava Filippo come il principe della Bella Addormentata. Ci metto 3 settimane ma mi avvicino. Vado li e gli chiedo “Ciao, come ti chiami” e lui “Giuseppe” e io “E ma che schifo”.
Niente io che si chiamasse come quello del Presepe non riuscivo ad accettarlo.
Forza!
 

Foto © Willee Cole - Fotolia.com

Hai una domanda per Emme? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Emme risponde...

SEGUICI