titolo

Emme

Quando lui ha la sindrome di Lassie: l'eterno ritorno

Uomini di una notte o poco più: la storia per lei è chiusa. Ma gli uomini, a quanto pare, amano i ripescaggi.

Cara Emme,
non sono una che usa gli ex per i ripescaggi e con tutti i più importanti ho mantenuto autentici rapporti di amicizia, ho conosciuto le nuove compagne, sono andata ai loro matrimoni e ai battesimi della loro prole, tutto senza il minimo rimpianto ma con una costruttiva gioia per loro. Con quelli che mi hanno fatto sbroccare per modi e toni e con cui ho avuto frequentazioni brevi ho comunque sempre cercato di essere educata ma una volta salutati per me la storia è chiusa. Sono questi qui che periodicamente trovando la porta chiusa mi vogliono entrare dalla finestra e io sono sempre combattuta tra l’educazione di rispondere, ma di solito gli esiti sono catastrofici e la voglia di dare una testata.
Che fare?
R.

Cara R, la sindrome di Lessie è uno dei grandi mali di questo tempo. Con la differenza che i Lessie di cui parliamo non sono di razza, se gli tiri un legnetto si perdono in un aiuola e, a dirla tutta, non ritornano nemmeno.
Dici bene tu, la porta la trovano chiusa e simulano un’ostinazione che fa tenerezza, cercano di uscire dal buco del lavandino la mattina mentre di lavi i denti o dal bidone della carta mentre butti il pacchetto di sigarette, e tu accendi un cero alla buona educazione e ad un certo punto rispondi.
Ed eccoli. E’ li che mostrano tutto il loro pedigree farlocco.
E in un secondo, mentre rispondi ad un semplice "come stai?" rivedi tutti i motivi per cui non è andata che ti si siedono di fronte vestiti di spocchia.
Sai R. questa gente, che noi pensiamo appostata su un tetto come cecchini infallibili, pronti a colpirci esattamente quando abbassiamo un filo la guardia perché stiamo meglio, in realtà non è cosi precisa. Vale più la triste legge dei grandi numeri.
Se ti avessero capito, letto nel modo giusto, pur non essendosi trattato di grandi amori, sarebbero col tempo potute diventare persone che potevano far parte del tuo cerchio.
Invece si tengono alla larga, ogni tanto buttano lì un pezzettino della loro immagine riflessa e non ti arrivano nemmeno nel letto.
R. sono qui con Buona Educazione e Quieto Vivere, mi stanno dicendo che una che come te che ha degli ex con cui mangia torte nuziali e confetti di questi omuncoli che whatsappano, chattano, mandano piccioni viaggiatori ogni volta che in radio passa Francone Califano al grido di “E tutto il resto.. E’ NNNNOOIAAAAA” non ha bisogno.
E poi qualcuno si merita anche un bel silenzio. Non ne capirà il peso, lo userà per regolarsi barba e baffi da hipster, per aggiornare il profilo su Happn, per mandare altri 2345 come stai alla sua pregiata rubrica. Quieto vivere mi dice di dirti che sono “xxzzi suoi”.
Mettiamoci un po’ di gente nuova in questa vita.
“Esci. Tocc e femmin” diceva Troisi.
  

Foto © Nikolai Tsvetkov- Fotolia.com

Hai una domanda per Emme? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Emme risponde...

SEGUICI