titolo

Emme

Sono andata dalla cartomante

Andare dalla cartomante per farsi predire il futuro in amore. Per trovare l'identikit di un uomo da aspettare. Come fosse una certezza.

Cara Emme,
sono andata da una bravissima, a farmi fare le carte, e mi ha detto che incontrerò uno più grande di me, dai colori scuri, che si intende di testi complicati (quindi avvocato penso io).
Ci siamo! Adesso faccio colazione tutte le mattine al bar sotto il tribunale e aspetto!
Faccio bene, si?

V. 

V., tesoro mio, levati dal bar del tribunale immediatamente! Per me questa poteva anche avere la sfera di cristallo ma io l’unica palla sotto la quale ti voglio vedere è quella di glitter in una discoteca mentre balli e non pensi. A cosa? Ai presunti uomini dai colori scuri, ai misteriosi che verranno da lontano, ai principi, ai cavalli, alle calzamaglie pastello.
V. credimi ho visto gente seppellire zampe di coniglio, infilare messaggi nelle bottiglie e pagare Rosolino per assicurarsi che arrivassero al largo delle Antille e non in qualche canale di scolo.
Ma non puoi lasciare il tuo cuore nelle mani di una cartomante.
Lei dice “arriverà uno con i colori scuri”, e se ti offre da bere un biondino cosa facciamo? "NO, scusa io aspetto Will Smith".
Lei dice “arriverà da lontano” e tu incontri uno che sta in Bovisa e me lo scarti perché non ha intriganti origini orientali? Per non parlare poi dell’interpretazione libera che la solitudine lascia a qualunque suggestione arrivi da cartomanti, sensitive e varie.
Con tutto il rispetto V., basta un minimo di cuore per dirti che ti senti sola e si sta meglio in due. E più ti dicono cose vaghe, più tu le prendi e le incolli alla tua realtà con la colla vinilica. “Si intende di testi complicati..” Io penso ad Indiana Jones, tu ad Alberto Angela e ti incateni fuori dal Museo Egizio per incontrarlo! Eh no! Tesoro la vita capita, questo avrebbe dovuto dirti “quella brava” da cui sei andata.
I dettagli non li sa nessuno. Questo è il bello, ti dirò, perché se mi avessero prefigurato i 7 anni nel Tibet dei single che sono ancora in corso (e senza Brad Pitt) forse non mi sarei fatta tutte queste risate. Ma non lo sapeva nessuno. E sono passati, e stanno passando, un giorno alla volta, con dentro anche un sacco di cose belle. Certo, in sindrome premestruale urlo al cielo con fare teatrale “Hiddlestone! Tu mi devi Tom Hiddlestone!” ma, credimi, ci sono cose buone.
V. nessuno sa nulla. Un giorno alla volta. E’ tutta una sorpresa.

Forza.

Foto © AniriAnA - Fotolia.com

Hai una domanda per Emme? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Emme risponde...

SEGUICI