Come dimagrire e proteggere la salute con la dieta alcalina

Guida Guida

La dieta alcalina non aiuta solo a dimagrire. Scopri come usarla per mantenerti in salute!

La dieta alcalina è uno dei regimi alimentari che ha riscosso più successo negli ultimi anni.

Il suo nome non deve però trarre in inganno.

La dieta alcalina non è solo un regime dimagrante, ma un programma alimentare che promette di proteggere la salute mantenendo il pH dell'organismo a valori compresi tra 7,35 e 7,45

Ideata dalla nutrizionista Vicki Edgson e dallo chef biologico Natasha Corrett, la dieta alcalina promette di:

  • aumentare le energie a disposizione
  • migliorare la memoria
  • contrastare mal di testa, gonfiori, disturbi cardiaci, dolori muscolari e insonnia
  • rallentare l'invecchiamento


Per farlo è necessario organizzare la propria alimentazione in modo tale che sia formata per l'80% da cibi alcalinizzanti e per il 20% da cibi acidificanti. Ma cosa significa?

Quasi tutti i cibi che mangiamo vengono scomposti dall'apparato digerente in composti acidi o alcalini

Per questo secondo i sostenitori della dieta alcalina gli alimenti possono essere classificati in due grandi categorie:

  • i cibi alcalinizzanti, come la frutta fresca, la verdura, le radici, la frutta secca e i legumi
  • i cibi acidificanti, come la pasta, il grano, i latticini, la carne, il pesce, i frutti di mare, il caffè, il tè, lo zucchero, le bevande gassate e gli alcolici

Tuttavia, alcuni alimenti possono cambiare la loro natura a seconda che vengano mangiati crudi o cotti. E' questo il caso degli spinaci: mentre da crudi ricadono nel gruppo dei cibi alcalinizzati, quando vengono cotti passano nella categoria degli alimenti acidificanti.

In realtà non manca chi esprime il dubbio che seguire questa dieta sia davvero efficace in termini di pH dell'organismo.

Piuttosto, il vantaggio di scegliere una dieta alcalina risiederebbe soprattutto in una digestione più facile che aiuterebbe ad assorbire più facilmente le vitamine e i minerali.

Ecco le regole generali della dieta alcalina

  • Per obbedire alla regola dell'80% di cibi alcalinizzanti e 20% di cibi acidificanti è necessario mangiare frutta e verdura in abbondanza accompagnate da quantità più limitate di cereali e di cibi proteici
  • I cibi da preferire sono datteri, fichi, pompelmo, limone, lime, finocchi, broccoli, carciofi, asparagi, cavolo, spinaci (crudi), crescione e cavolfiore
  • Anche frutta secca e semi sono raccomandati come parte integrante della dieta

Foto © Warren Goldswain - Fotolia.com
Fonte: Marie Claire

Grassi buoni per la pelle

 Fra i vantaggi di una dieta ricca di semi e frutta secca c'è il consumo di acidi grassi essenziali che aiutano a migliorare il tono della pelle.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI