Come scegliere la pizza durante la pausa pranzo

Guida Guida

Se durante la pausa pranzo avete voglia di pizza non rinunciate: basta scegliere con cura e seguire alcune regole, scopri i dettagli.

La pausa pranzo è un momento importante della giornata.

Pranzando con calma, in un locale che offre un'ampia scelta e posti a sedere, ci si può godere meglio il pasto, accorgersi del senso di sazietà e fermarsi prima di esagerare con un pasto troppo abbondante che comprometterebbe l'efficienza pomeridiana.

Da questo punto di vista anche la pizzeria può essere una buona scelta.

La pizza è un piatto unico tipico della Dieta Mediterranea che consente un ottimo apporto nutrizionale a fronte di un ridotto tenore di calorie

Tuttavia, è importante saper scegliere la pizza giusta.

Di per sé, infatti, questo cibo non è particolarmente grasso, caratteristica che aiuta ad evitare di impegnare troppo la digestione nel pomeriggio. Resta però il fatto che non tutte le pizze sono uguali fra loro e che a fare la differenza tra un tipo e l'altro sono soprattutto i condimenti.

Ecco come scegliere la pizza per una pausa pranzo sana e leggera

  • Evitate le pizze troppo elaborate: l'ideale è una margherita, che fornisce in media 271 Kcal per 100 grammi, per un totale di circa 700 Kcal per una pizza intera
  • La pizza rossa, senza la mozzarella, è ancora più leggera: contiene 243 Kcal per 100 grammi. Attenzione, però, all'aggiunta di olio. Ne basta un cucchiaio per far aumentare notevolmente le calorie nel piatto
  • Non fatevi trarre in inganno dalla pizza bianca: 100 grammi contengono 302 Kcal. Piuttosto è meglio scegliere una pizza con pomodoro e verdure, sempre con poco olio, sicuramente più digeribile rispetto ad altri tipi più elaborati, come la capricciosa

Il condimento non è però l'unico dettaglio a fare la differenza tra una pizza e l'altra.

La pizza migliore dal punto di vista della digeribilità è quella sottile, che contiene meno calorie rispetto a quella più soffice

Spesso invece la pizza al trancio, oltre ad essere molto farcita e quindi di per sé più calorica rispetto ad una margherita tonda, è spessa e favorisce più frequentemente i gonfiori addominali.

Meglio, quindi, evitare gli impasti troppo alti e i bordi troppo spessi, che possono compromettere la leggerezza del pranzo.

Una volta scelta e mangiata la pizza giusta, terminare il pasto con un frutto lo rende completo, salutare e ideale per riprendere il lavoro in piena forma.

Foto  © fudio - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI