Come affrontare la pre-menopausa con la giusta alimentazione - Parte 1

Guida Guida

Già dalla pre-menopausa bisogna curare l'alimentazione per contrastare i sintomi più fastidiosi. Scopri come prepararti al meglio per affrontare la menopausa.   

La menopausa è una fase di grandi cambiamenti, sia fisici che psicologici. Compare solitamente tra 45 e 55 anni e può essere preceduta dalla pre-menopausa, una fase durante la quale i primi squilibri ormonali possono provocare irregolarità del ciclo, disturbi del sonno, depressione, alterazioni dell’umore, vampate, ecc.

Come prepararsi al meglio per questo momento? Ecco alcuni consigli!

Movimento e alimentazione mirata sono fondamentali per contrastare i sintomi più fastidiosi ma anche per migliorare la silhouette e la qualità della vita,  riducendo così rischi per la salute. Infatti, con l’arrivo della menopausa, si è più esposti a rischio osteoporosi e a malattie cardiovascolari.

Quale la cura migliore? Senza dubbio un'alimentazione bilanciata e soprattutto mirata. La dieta ideale deve quindi prevedere l’introduzione di alimenti con una funzione protettiva contro i danni provocati dall’invecchiamento e dalla cessazione della produzione di estrogeni (ormoni legati all’attività ovarica).

Un prezioso alleato è sicuramente la soia:

  • Contiene gli isoflavonoidi, molecole cui è riconosciuta un’azone ipocolesterolizzante e di supporto alla produzione ormonale femminile
  • Tra questi ci sono i fitoestrogeni (simili agli esrogeni) che proteggono dall’osteoporosi, dalle malattie cardiovascolari e contrastano vampate e sudorazione; a differenza degli estrogeni, inoltre, diminuiscono il rischio di tumore al seno
  • La varietà di scelta e le proprietà benefiche della soia non devono indurre a sostituire del tutto latte e carne con i derivati della soia: è bene integrare i prodotti a base di soia con quelli tradizionali
  • La quantità giornaliera raccomandata per ottenere effetti positivi è di 60 grammi

Ma quali sono gli altri modi con cui ci si può preparare alla menopausa? E' importante che non manchi mai il calcio: l’aumento della massa ossea femminile termina intorno ai 30 anni ed è importante iniziare a fare prevenzione fin da subito, così da evitare l'osteoporosi. Se latte e derivati non possono certamente mancare, bisogna ricordarsi che il calcio è contenuto in grandi quantità anche nelle verdure, il cui consumo deve sicuramente aumentare.

La produzione del calcio, inoltre, è legata alla vitamina D che, oltre all'alimentazione, viene sintetizzata grazie all'esposizione solare: bastano pochi minuti al giorno all'aria aperta per trarre qualche beneficio!

Nella seconda parte altri consigli per l’alimentazione da pre-menopausa.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI