Come mangiare panini fuori casa e salvare la linea (prima parte)

Guida Guida

La pausa pranzo fuori casa può mettere a rischio la linea, ma con le scelte giuste si può dire addio ai chili di troppo senza rinunciare al pane e ai panini

Chi lavora fuori casa per il pranzo spesso non può rinunciare a panini e piadine che, spesso non sono proprio indicatissimi per la linea. Ma salvaguardarla senza ingrassare si può: ecco alcuni consigli per trasformare il panino in un piatto unico snellente. 

I panini non sono tutti uguali; se si scelgono quelli con gli ingredienti giusti non fanno ingrassare.

  • Un panino può passare dalle 250 alle 700 calorie a seconda di quello che c’è dentro.
  • Il rischio è rappresentato dalle salse a base di burro, olio o maionese che alzano l’appoorto calorico del pasto.
  • Ma il pane giusto, con una farcitura adatta, se mangiato a colazione o a pranzo non fa ingrassare!
  • Per chi soffre di gonfiore e grasso addominale potrebbe optare per il pane senza lievito.
  • Si tratta di una specie di piadina fatta solo con farina e acqua e pronta in cinque minuti.
  • I cibi che contengono lieviti (pane, pizza, prodotti da forno) possono causare un senso di malessere generale, stanchezza, gonfiore e grasso addominale, soprattutto se accompagnati da zucchero e/o mangiati a cena 
  • Per chi a cena non vuole rinunciare al pane, la piadina “light” può essere una semplice alternativa. Non contiene lievito quindi non provoca gonfiore e, farcita con cibi proteici come tofu, ricotta, bresaola, pollo, legumi, non favorisce accumuli di adipe (addio pancetta!).

Nella seconda parte altri consigli per non ingrassare senza rinunciare a pane e panini

Leggete anche come resistere alle tentazioni

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI