Come perdere peso con la dieta Dukan: il consolidamento

Guida Guida

La dieta Dukan giunge al termine e non è facile restare magri. Scopri come mantenere il pesoforma con la fase di consolidamento della dieta Dukan.

 

Uno dei rischi reali del periodo post-dieta è l’effetto yo-yo, cioè il rapido recupero dei chili perduti, ai quali se ne aggiunge qualcuno in più. Per questo anche la dieta Dukan, uno dei regimi dimagranti iperproteici più noti al mondo, prevede una fase di consolidemento pensata per aiutare l’organismo ad abituarsi al nuovo peso.

 

La fase di consolidamento ha una durata variabile, pari a dieci giorni per ogni chilo perso durante le prime due fasi della dieta.


Se, per esempio, si sono persi 5 chili, si devono prevedere 50 giorni.

In questo periodo ai cibi della fase di crociera (proteine e verdure) si possono aggiungere due fette di pane integrale da consumare una volta al giorno.
Si può introdurre la frutta ma in quantità limitate: una porzione al giorno (un frutto medio o due piccoli).
 

  • Una volta al giorno sono concessi anche formaggi (evitando i tipi fermentati e grassi)
  • Due volte a settimana è concessa un’ulteriore porzione di carboidrati da scegliere tra pasta (80 grammi, meglio se integrale), riso ( 80 grammi, integrale o basmati), patate (200 grammi, bollite o al vapore).
  • Un giorno a settimana si assumono solo proteine come nella fase di attacco.
  • Una volta a settimana ci si può concedere un pasto libero, evitando gli eccessi.
  • Ogni giorno bisognerebbe mangiare almeno un cucchiaio di crusca d'avena.

Attenzione, però, al rischio di cadere in un'alimentazione non bilanciata: per conservare sia il peso ideale, sia la salute bisogna assicurarsi che le calorie introdotte ogni giorno provengano dalle fonti giuste, cioè per il 55-60% da carboidrati, per il 15% da proteine e per il 25-30% da grassi.

 

Pierre Dukan propone poche regole ma precise. Tra queste anche il consumo di crusca d'avena da usare fin da subito e per sempre (3 cucchiai al giorno). Può essere diluita nello yogurt o nel formaggio magro. la crusca d'avena offre diversi vantaggi: gonfiandosi di acqua a livello gastrico aumenta il senso di sazietà, favorisce il movimento dell'intestino, contribuendo ad eliminare rapidamente le scorie; previene la stipsi e riduce le calorie assorbite.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI