Come seguire la Dieta Zona

Guida Guida

Che cosa significa essere in Zona? Quali sono i segreti di questo regime alimentare? Ecco quello che c'è da sapere.

La strategia alimentare Zona, nota come dieta Zona è stata messa a punto da Barry Sears, ricercatore americano famoso per aver fatto dimagrire anche moltissimi personaggi dello spettacolo. Si tratta di un regime alimentare ipocalorico che permette di mangiare tutti gli alimenti nelle giuste quantità senza escluderne alcuno in particolare.

Ecco come essere in Zona con la dieta di Barry Sears

Con la Zona il cibo non è un nemico da combattere, ma un alleato, grazie ad una specifica associazione di carboidrati, proteine e grassi. Per questo nei tre pasti principali e in almeno due spuntini il 40% delle calorie viene fornito dai carboidrati, il 30% dalle proteine e il 30% dai grassi.

Oltre a seguire un'alimentazione bilanciata nei suoi nutrienti, la Dieta Zona si propone come un vero stile di vita al quale concorrono anche gli acidi grassi omega-3, una moderata attività fisica e il rilassamento mentale.

Ecco le regole della Zona:

  • Ogni giorno fare tre pasti principali e due o tre spuntini
  • Non far trascorrere più di 5 ore tra un pasto e l’altro
  • Ogni pasto principale e ogni spuntino deve apportare come abbiamo detto il 40% delle calorie da carboidrati, il 30% da proteine e il 30% da grassi
  • Non eccedere nelle quantità dei cibi
  • Mangiare molta verdura ad eccezione di patate, barbabietole e carote cotte
  • Consumare molta frutta ad eccezione di banane, fichi e cachi: consumare soprattutto frutta e verdura ricca di polifenoli, presenti nella parte più colorata del vegetale. I frutti di bosco presentano una concentrazione superiore di queste preziose molecole e quello che ne contiene di più in assoluto è il maqui
  • Preferire frutta e verdura a cibi ricchi di carboidrati di rapida assimilazione come riso, patate, pane, dolci, zucchero, bevande dolci, ecc
  • Svolgere almeno 30 minuti di attività fisica tre volte a settimana
  • E’ importante assumere con regolarità cibi ricchi di omega-3, gli acidi grassi definiti essenziali perché il nostro organismo non è in grado di produrli da sé. Di conseguenza vanno assunti con l’alimentazione oppure con l’integrazione

Photo Credit:© alphaspirit - Fotolia.com

Fonte: Enerzona.com

Nell’adottare una strategia alimentare ipocalorica è importante mantenere una scelta di cibi varia ed uno stile di vita sano che includa una regolare e adeguata attività fisica. La dieta va personalizzata anche in base alle caratteristiche individuali seguendo il consiglio del medico di fiducia.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI