Come dimagrire con la dieta del fantino: i pro e i contro

Guida Guida

La dieta del fantino permette di perdere fino a 3 chili in 3 giorni, ma soprattutto sotto forma di acqua. Il rischio yo-yo è dietro l'angolo: fai attenzione!

La dieta del fantino è un regime alimentare iperproteico e ipocalorico che deve il suo nome al fatto di essere stata messa a punto per migliorare le performance dei fantini durante le gare.

La dieta del fantino permette di dimagrire in poco tempo, magari in vista di un evento speciale, ma i suoi effetti non sono duraturi

Infatti si tratta di un regime alimentare non equilibrato dal punto di vista nutrizionale, che permette di perdere peso essenzialmente sotto forma di acqua e di glicogeno accumulato nei muscoli.

Per questo è molto facile recuperare i chili smaltiti e il rischio di un effetto yo-yo è dietro l'angolo.

Il programma di dimagrimento dura solo 3 giorni, durante i quali è prevista l'assunzione di 1000-1200 calorie.

I cibi ammessi sono essenzialmente proteici:

  • carne o pesce alla griglia
  • uova
  • formaggi stagionati

Sono invece assolutamente proibiti:

  • frutta
  • verdura
  • carboidrati
  • fibre

Ecco il menu giornaliero della dieta del fantino

  • Colazione: un caffè, rigorosamente senza zucchero
  • Spuntino: un po' di Emmental (100 grammi) e un bicchierino di marsala
  • Pranzo: 150 grammi di carne alla griglia, oppure 150 grammi di pesce alla griglia, oppure 2 uova
  • Merenda: un po' di Emmental (100 grammi) e un bicchierino di marsala
  • Cena: 150 grammi di carne alla griglia, oppure 150 grammi di pesce alla griglia, oppure 2 uova

Durante i 3 giorni di dieta, colazione, spuntino e merenda restano gli stessi, mentre è possibile variare il menu di pranzo e cena scegliendo tra diversi tipi di carne, pesce e uova.

In questo modo si può dimagrire perdendo fino a 3 chili, che vengono però recuperati velocemente nei giorni successivi. Per questo non è l'ideale per chi vuole mantenere i risultati raggiunti.

Inoltre non deve essere seguita per più di 3 giorni consecutivi: a risentirne potrebbero essere fegato e reni, sovraccaricati dall'elevata quantità di proteine apportate dai pochi cibi ammessi.

Infine, la dieta del fantino ha delle controindicazioni e non può essere seguita né da chi ha problemi al fegato, né in caso di altre patologie. 

Foto: © muro – Fotolia.com
Fonti: Wellness&Performance; Cibo360

Per perdere peso in modo sano e duraturo è importante associare ad una dieta ipocalorica ma equilibrata un esercizio fisico regolare. Solo se le calorie bruciate sono superiori a quelle introdotte con il cibo si può dimagrire davvero e allontanare il rischio dell'effetto yo-yo.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI