Come perdere peso con la dieta dissociata: è efficace?

Guida Guida

La dieta dissociata è efficace? Scopri in cosa consiste e quali sono i suoi lati negativi!

Il suo nome la dice lunga: quando si vuole perdere peso con la dieta dissociata separare gli alimenti è fondamentale.

Questo regime dietetico punta infatti a far dimagrire evitando di mescolare i diversi macronutrienti, in particolare carboidrati e proteine, senza concentrare l'attenzione sulla quantità di cibo mangiato durante la giornata.

Durante la dieta dissociata è possibile mangiare di tutto e nelle quantità desiderate, ma non all'interno dello stesso pasto

Alla base di questa regola c'è l'idea che ogni cibo richiede specifici processi digestivi e che per questo motivo lacune combinazioni di alimenti non sono favorevoli.

Mentre, ad esempio, i carboidrati vengono digeriti in un ambiente alcalino, le proteine necessitano di un ambiente acido. Mangiandoli insieme si comprometterebbe la digestione, con conseguenze anche in termini di linea.

Per questo le diete dissociate prevedono:

  • Di evitare l'associazione fra proteine di diverso tipo (ad esempio del latte con la carne, delle uova con i formaggi o del pesce con i legumi)
  • Di non mangiare insieme carne e carboidrati
  • Di evitare l'associazione fra diversi tipi di carboidrati (ad esempio zucchero e pasta, oppure pane e uva)

In realtà esistono diversi tipi di dieta dissociata

  • Il primo è probabilmente quello messo a punto agli inizi del XX secolo da Howard Hay, medico statunitense da cui prende il nome. Questa versione prevede anche di non usare grassi animali come condimento e di evitare la frutta dopo i pasti
  • La dieta dissociata di Antoine prevede di assumere invece un solo tipo di alimenti al giorno, scegliendolo tra latticini, verdure, frutta, uova, carne e pesce
  • Dolci e alcolici sono invece sempre vietati
  • La dieta Shelton impedisce di mischiare carboidrati, proteine e grassi, ma individua anche cibi neutri (le verdure, la frutta secca, l'olio e il burro) che possono essere sempre mangiati
  • La dieta di Beverly Hills si basa principalmente sull'assunzione di frutta (preferibilmente esotica) cui possono essere aggiunti carboidrati o proteine, ma mai nello stesso pasto
  • La cronodieta indica invece l'orario al quale è meglio mangiare i diversi tipi di alimenti, prescrivendo di mangiare carboidrati a pranzo e proteine a cena

Ma si tratta davvero di metodi efficaci (e sani) per dimagrire?

In effetti le diete dissociate possono funzionare, ma per un motivo alquanto discutibile.

Complicando l'assunzione del cibo spesso la dieta dissociata fa letteralmente perdere la voglia di mangiare

Di conseguenza, durante la giornata si assumono meno calorie e con il passare dei giorni si inizia a dimagrire.

Le abitudini alimentari vengono però peggiorate, ci si allontana dall'ideale di una dieta varia ed equilibrata e si può finire in preda alla nausea a causa dell'ingestione di un'unica tipologia di cibo.

Per di più una dieta di questo tipo può rallentare il metabolismo, producendo un effetto contrario rispetto a quello cercato da chi vuole dimagrire e non riacquistare i chili persi.

Non bisogna poi dimenticare una cosa: ogni alimento è costituito in parte da carboidrati, in parte da proteine e in parte di grassi. Inutile, quindi, cercare di seprarli grossolanamente nel piatto, volenti o nolenti finiranno nello stomaco tutti insieme.


Foto: © sveta - Fotolia.com

Diete dissociate, quali sono i rischi?

Quando si segue una dieta dissociata non bisogna dimenticare che gli eccessi di proteine possono affaticare fegato e reni, mentre quantità elevate di carboidrati portano a picchi di glicemia poco salutari. Meglio, quindi, fare sempre molta attenzione.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI