Come proteggere la salute con le proprietà delle melanzane

Guida Guida

Le melanzane nascondono diverse proprietà salutari. Scopri come possono proteggere la salute!

Le melanzane sono un ortaggio inconfondibile.

La loro buccia viola non le rende però solo facilmente riconoscibili sul banco della verdura.

La melanzana deve il suo colore tipico alla presenza di molecole dalle proprietà protettive nei confronti della salute

Infatti questo ortaggio è un vero e proprio concentrato di antociani che esercitando un'azione antiossidante difendono le cellule dai danni indotti dai radicali liberi.

Le sue proprietà salutari non finiscono però qui.

La melanzana è povera di calorie, ma ricca di fibre dall'effetto saziante, di potassio, ferro e magnesio, di vitamine C e B6 e di altri fitonutrienti dall'azione antiossidante e antinfiammatoria

Ecco quali sono i potenziali benefici associati al consumo di queste molecole.

  • Le fibre, concentrate soprattutto nella buccia della melanzana, sono note per il loro effetto saziante che aiuta a ridurre l'appetito. Per questo sono ideali per chi non vuole ingrassare o sta cercando di dimagrire
  • Insieme al potassio, alla vitamina C, alla vitamina B6 e ai flavonoidi, le fibre aiutano anche a proteggere la salute cardiovascolare
  • L'acido clorogenico presente nelle melanzane aiuta a ridurre i livelli di colesterolo LDL, quello noto anche come colesterolo “cattivo”. Non solo, questa molecola è un antimicrobico, un antivirale e ha mostrato un'attività antitumorale
  • Anche altri polifenoli esercitano un'azione antitumorale. Come l'acido clorogenico, anche le antocianine prevengono la crescita e la diffusione delle cellule tumorali, ne promuovono la morte e stimolano enzimi detossificanti
  • Fra le antocianine presenti nella melanzana la nasunina (localizzata nella buccia) esercita un'azione antiossidante che protegge le membrane dei neuroni dai radicali liberi, ma non solo. Questa molecola aiuta eliminare gli scarti e facilita il trasporto dei nutrienti, favorendo le capacità cognitive
  • Anche i disturbi cognitivi associati all'invecchiamento sono contrastati dalle antocianine, che inibiscono l'infiammazione nervosa, facilitano il flusso del sangue nel cervello e migliorano la memoria

Foto @ timsackton – Flickr 
Fonte: Medical News Today

Attenzione a ferro e reni

Un consumo eccessivo di melanzane è sconsigliato a chi soffre di carenze di ferro o di calcoli ai reni a causa, rispettivamente, dell'elevato apporto di nasunina e di ossalati.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI