Fecondazione in vitro: dopo la Pma 30% di donne incinte naturalmente

Notizia Notizia

Anche quando non ha successo, la fecondazione in vitro può aiutare a concepire. Scopri quante donne restano incinte naturalmente dopo l'IVF!

Fecondazione in vitro: dopo la Pma 30% di donne incinte naturalmente

Chi ha detto che la fecondazione in vitro è l'ultima spiaggia per le coppie con problemi di fertilità?

Secondo un'indagine pubblicata su Human Fertility da un gruppo britannico di ginecologi, la probabilità di rimanere incinte naturalmente dopo essersi sottoposte a procedure di procreazione medicalmente assistita (Pma) sarebbe infatti più alto indipendentemente dall'esito della fecondazione in vitro.

Le donne che si sottopongono a trattamenti contro l'infertilità hanno una probabilità di concepire naturalmente un bambino nei 6 anni successivi alla fecondazione in vitro pari al 29%

L'indagine ha previsto di contattare gli utenti di un sito web dedicato alla fertilità che si fossero sottoposti a procedure per la fecondazione in vitro (IVF) o per la microiniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo (ICSI).

Fra i 96 casi di insuccesso delle tecniche di procreazione medicalmente assistita sono stati rilevati 34 concepimenti naturali dopo i trattamenti.

Inoltre anche fra i 307 casi di concepimento durante i trattamenti sono state rilevate 84 gravidanze naturali successive.

In particolare, l'87% dei concepimenti spontanei è avvenuto entro 2 anni dalla conclusione dei trattamenti contro l'infertilità.

Indipendentemente dal risultato dei trattamenti di IVF e ICSI (…) c'è una probabilità del 30% di concepire in un periodo di 6 anni”, sottolinea Samuel Marcus, responsabile dello studio, che però ammette che l'indagine ha delle limitazioni, come il fatto che fra i partecipanti allo studio potevano esserci più persone che sono riuscite ad avere figli che pazienti che non sono riusciti a diventare genitori, meno propensi a condividere la loro storia.

Quanto emerso sembra però rassicurante. “E' un'informazione molto utile che i medici possono utilizzare per consigliare i pazienti sulle loro probabilità di gravidanza dopo un concepimento assistito in corso”, sottolinea Allan Pacey, direttore responsabile di Human Fertility.

Suggerisce senza dubbio che rimanga una possibilità ragionevole di gravidanza spontanea dopo aver tentato l'IVF o l'ICSI”.

Foto © Sondem – Fotolia.com
Fonte: Taylor & Francis Group  

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI