Indice di massa corporea: cosa succede se è alto

Guida Guida

Cosa significa se l'indice di massa corporea è alto? Scopri i rischi per la tua salute.

L'indice di massa corporea è uno dei parametri più utilizzati per valutare il sovrappeso.

Noto anche con il suo nome anglosassone (Body Mass Index, da cui BMI), in italiano può essere indicato con l'acronimo IMC.

Per calcolare l'indice di massa corporea è sufficiente dividere il proprio peso (espresso in kg) per il quadrato della propria altezza (espressa in metri)

L'unità di misura dell'indice di massa corporea sono quindi i kg per metro quadrato (kg/m2), ma il suo valore viene spesso indicato in termini assoluti, sottintendendo l'unità di misura.

Dal punto di vista generale, l'IMC viene considerato alto quando è superiore a 25. Più in particolare,

  • quando l'indice di massa corporea è inferiore a 18,5 si parla di sottopeso;
  • IMC compresi tra 18,5 e 24,99 sono considerati nella norma;
  • a partire da 25 fino a 29,99 si parla di sovrappeso (o pre-obesità);
  • con IMC compresi tra 30 e 34,99 ci si trova di fronte a un'obesità di classe 1;
  • IMC compresi tra 35 e 39,99 indicano un'obesità di classe 2;
  • a partire da IMC pari a 40 si parla di obesità di classe 3.

Un indice di massa corporea alto può quindi essere associato a tutti i rischi del sovrappeso e, nei casi in cui è più elevato, dell'obesità, che includono:

  • il diabete
  • l'ipertensione
  • il colesterolo alto
  • i trigliceridi alti
  • infarti dovuti a malattia coronarica
  • scompenso cardiaco
  • ictus
  • problemi alle ossa e alle articolazioni
  • apnee del sonno
  • calcoli alla cistifellea
  • problemi al fegato
  • alcune forme tumorali

Tuttavia, è importante ricordare che l'IMC permette solo una valutazione approssimativa del peso corporeo, in quanto non consente di distinguere la massa magra (fondamentalmente, i muscoli) dalla massa grassa in eccesso (il tessuto adiposo che accumulandosi mette in pericolo la salute).

Ciò significa ad esempio che atleti dotati di una massa muscolare molto sviluppata potrebbero avere un indice di massa corporea alto che però non corrisponde ad effettivi rischi per la salute, perché non è associato all'accumulo di tessuto adiposo.

Viceversa, un anziano che abbia perso della massa muscolare potrebbe avere un indice di massa corporea nella norma perché al suo posto ha accumulato grasso in eccesso che espone la sua salute agli stessi rischi del sovrappeso nonostante risulti normopeso.

Infine, è importante ricordare che anche la localizzazione del grasso in eccesso è determinante, e che quello più pericoloso per la salute è quello che si accumula a livello addominale.

Per tutti questi motivi l'indice di massa corporea deve essere interpretato con attenzione, affidandosi all'esperienza di un medico o di un nutrizionista piuttosto che a un pericoloso fai da te.

>>>LEGGI ANCHE: Come calcolare la massa grassa


Foto: © Olivier Le Moal – Fotolia.com
Fonte: MedlinePlus 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI