Come viaggiare sicuri: i consigli del Ministero della Salute

Guida Guida

Ecco i consigli per un'estate sicura, sia in Italia che all'estero, da parte del Ministero della Salute

Le vacanze sono arrivate ma viaggiare comporta una serie di precauzioni. Ecco cosa consiglia il Ministero della Salute per viaggiare sicuri.

Cosa fare in caso di viaggi in Italia?

  • Avere il nome e l'indirizzo di un medico: l'intervento di un professionista in caso di crisi acute e problematiche gravi è fondamentale
  • Preparare e portare con se una serie di documenti essenziali:

a. tessera sanitaria  
b .sintesi della propria storia clinica rilasciata dal medico curante ed eventualmente lettera di dimissione dell’ultimo ricovero ospedaliero
c. lista degli eventuali alimenti o farmaci ai quali si è allergici o intolleranti

  • Predisporre un piano terapeutico scritto, con le indicazioni su cosa fare:

-ogni giorno
-in caso di aggravamento dei sintomi
-in caso di emergenza

  • Stilare una lista delle medicine prescritte e l’indicazione di quando e come si devono assumere medicine di cui si ha bisogno (calcolare qualcosa in più per gli imprevisti) e, in ogni caso, ricette di riserva
  • Può essere utile portare con sé l’apparecchio della pressione (se raccomandato dal medico), un misuratore del picco di flusso espiratorio (PEF) o nebulizzatore (se raccomandato dal medico) in caso di persone affette da gravi malattie respiratorie

In caso di viaggi all’estero, occorre anche:

  • Tessera Europea di Assicurazione Malattia -T.E.A.M. (o certificato sostitutivo provvisorio), che consente al cittadino che soggiorna all’estero di riceve all'interno dell'Unione Europea le cure necessarie

La Tessera, entrata in vigore in Italia dal 1° novembre 2004, permette di usufruire delle prestazioni sanitarie coperte in precedenza dai modelli E110, E111, E119 ed E128. 

  • Scrivere accanto al nome di ogni medicina il principio attivo e il dosaggio della confezione (mg per capsula o compressa etc.), dato che non tutte le medicine hanno lo stesso nome, la stessa composizione o la stessa presentazione nei vari Paesi
  • Far tradurre in inglese le raccomandazioni prescritte dal medico su cosa fare soprattutto in caso di emergenza
  • È consigliabile sottoscrivere una polizza viaggio, poiché solo pochi paesi dell'UE sostengono per intero le spese per le cure mediche.
  • Una malattia o un incidente all'estero può comportare spese supplementari di viaggio, di alloggio e di rientro in patria, per le quali è opportuno essere assicurati.A volte viene richiesto un deposito in denaro o una carta di credito.

Foto © ghoststone - Fotolia.com

In paesi con un sistema sanitario come gli Stati Uniti, è bene non recarsi senza una idonea copertura assicurativa.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI