Come combattere il tumore al seno con la Dieta Mima Digiuno

Notizia Notizia

L’alimentazione può aiutare a combattere il tumore al seno? Scopri i benefici della Dieta Mima Digiuno!

Come combattere il tumore al seno con la Dieta Mima Digiuno

Il tumore al seno è la neoplasia più frequente nella popolazione italiana, dove colpisce 14 persone su 100. Restringendo l’attenzione sulla popolazione femminile la sua incidenza aumenta.

Con una frequenza del 29%, il tumore al seno è la forma tumorale più diagnosticata fra le donne

A seconda dei casi il trattamento più adatto può essere di tipo chirurgico, ormonale, biologico, radioterapico o chemioterapico. Cosa dire, invece, sul ruolo giocato dall’alimentazione nella cura del tumore al seno?

Secondo uno studio pubblicato su Cancer Cell da un gruppo di ricercatori coordinato da Valter Longo, esperto dell’Istituto FIRC di Oncologia Molecolare (IFOM) di Milano, il regime alimentare seguito dalle pazienti in cura con la chemioterapia potrebbe influenzare l’esito del trattamento.

In particolare, seguire la cosiddetta Dieta Mima Digiuno consentirebbe di attivare il sistema immunitario contro il cancro, permettendogli di riconoscere e di uccidere le cellule del tumore al seno, e non solo.

La Dieta Mima Digiuno aiuterebbe infatti anche a proteggere l’organismo dagli effetti collaterali della chemioterapia.

In passato Longo aveva già dimostrato i possibili benefici di una Dieta Mima Digiuno in caso di chemioterapia. In particolare, un digiuno a breve termine potrebbe aumentare l’aggressività dei chemioterapici nei confronti del cancro.

Questo nuovo studio, condotto sui topi, svela invece che la Dieta Mima Digiuno potrebbe aumentare la vulnerabilità delle cellule cancerose e la sensibilità del cancro alla chemioterapia.

L’approccio utilizzato da Longo e collaboratori ha previsto la somministrazione dei chemioterapici in combinazione con 4 giorni di dieta.

Quando il chemioterapico utilizzato è la doxorubicina, seguendo 3 cicli di questo tipo è possibile aumentare i livelli dei globuli bianchi che uccidono le cellule tumorali del 33% e raddoppiare il numero delle loro cellule progenitrici nel midollo osseo.

Inoltre la Dieta Mima Digiuno favorisce l’eliminazione dell’enzima HO-1 in alcuni particolari globuli bianchi, le cellule T regolatrici.

Livelli elevati di questa molecola ingannano il sistema immunitario, facendogli credere di non dover attaccare il tumore, mentre la sua rimozione facilita l’aggressione da parte delle cellule T regolatrici e dei chemioterapici.

Uno studio pilota condotto da Longo e collaboratori su 18 pazienti in chemioterapia, pubblicato su BMC Cancer, suggerisce inoltre che seguire la Dieta Mima Digiuno in modo appropriato è sicuro e riduce gli effetti tossici delle cure.

Questo approccio potrebbe quindi permettere quindi di aumentare l’efficacia della chemioterapia in tutta sicurezza.

Ciò non significa che possa essere intrapreso con leggerezza: come ogni altra scelta che riguarda la salute da prendere quando si sta lottando contro un cancro - tumore al seno incluso - deve essere presa solo dietro approvazione dei medici.

Foto © Axel Kock - Fotolia.com 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI