L’omeopatia per un’estate all’insegna del benessere di mamma e bambino

Guida Guida

Medico, esperta in Omeopatia
Fulvia Spallino

In vacanza con il bebè? Scopriamo i "must have" omeopatici da avere assolutamente con sé in vacanza con il proprio bambino.

Giugno è uno dei mesi preferiti per portare al mare i bambini piccoli. Alle mamme in partenza per le vacanza con i loro bambini consiglio sempre di portare un kit di medicinali “must have”. Fra questi, sicuramente anche alcuni medicinali omeopatici che, essendo privi di tossicità e in genere di effetti collaterali, possono essere somministrati in sicurezza anche ai bambini più piccoli e persino ai lattanti. Inoltre, possono essere di grande aiuto sia per il trattamento di alcuni disturbi che riguardano molte neomamme, che per diverse problematiche legate alla salute dei più piccoli.
Vediamo allora insieme quali prodotti tenere con noi per i possibili disturbi relativi all’allattamento e per i più comuni fastidi dermatologici della pelle dei bambini.

Mamme che allattano, cosa fare se si manifestano le ragadi?

Le ragadi sono un disagio tipico dei primissimi mesi di allattamento, che potrebbe manifestarsi anche in vacanza. In generale, consiglio a tutte le neomamme di lavorare di prevenzione: per evitare che le ragadi compaiano è bene lavare e asciugare l’area del capezzolo prima e dopo la poppata e limitarne la durata. Alle mamme che faticano ad allattare tanto è il dolore suggerisco di assumere Phytolacca 9 CH e Ratanhia 9 CH. Se c’è prurito invece suggerisco l’uso di Ciderma, una pomata base di Calendula officinalis, Hypericum perforatum, Achillea millefolium, Ledum palustre e Pulsatilla da applicare 2-3 volte al giorno dopo aver lavato e asciugato bene la parte interessata.

Sole e bambini, cosa fare in caso di scottature ed eritemi solari?

La pelle dei bambini è particolarmente delicata e i più piccoli non andrebbero esposti al sole senza un filtro di protezione totale, un cappellino per evitare un colpo di calore e sicuramente non nelle ore più calde della giornata, ossia tra le 12.00 e le 16.00. I medicinali omeopatici possono apportare benefici fin dalla prevenzione, dove in genere consiglio Histaminum 9 CH, 5 granuli 1-2 volte al giorno, da associarsi a Sulfur iodatum 9 CH o Arsenicum album 9 CH in caso soggetti allergici o Pulsatilla 9 CH, per chi ha la cute chiara e delicata. La terapia va iniziata almeno 2 settimane prima dell’esposizione al sole. In caso di scottature ed eritemi solari, consiglio sia per adulti che per bambini l’assunzione di Apis mellifica 15 CH e Histaminum 9 CH, 5 granuli di ognuno ogni 30 minuti, diradando l’assunzione in base al miglioramento dei sintomi. A livello topico è possibile applicare Ciderma per alleviare il disagio causato dall’eritema. Questa pomata va spalmata sulla pelle pulita 1-2 volte al giorno, evitando l’esposizione al sole delle parti interessate, dato che Ciderma contiene Hypericum perforatum che ha un’azione fotosensibilizzante. 

E se compare l’herpes labiale?

L’herpes labiale può comparire in seguito all’esposizione solare: ai primi sintomi suggerisco Apis Mellifica 15 CH, 5 granuli per 4 volte al giorno, da ridursi gradualmente in base al miglioramento dei sintomi. In fase conclamata, è indicato Cantharis 5 CH, 5 granuli ogni 2 o 3 ore.

Eritema da pannolino

Oltre a un arrossamento nella zona genitale l’eritema si può manifestare con un’eruzione cutanea costituita da piccole pustole. Le cause dell’eritema sono tipicamente rappresentate dal contatto prolungato con urina e feci e dallo sfregamento del tessuto del pannolino con la pelle.
Il pannolino va sostituito spesso e la parte va tenuta pulita e asciutta: suggerisco a ogni cambio di detergere con acqua tiepida a cui si può eventualmente aggiungere una goccia di sapone a base vegetale molto delicato. Dopo il cambio, a pelle asciutta, si può applicare Ciderma (fino a 2 volte al giorno).

Credit foto: Alena Ozerova - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI