Nuove professioni - Massaggiatore bionergetico: chi è, cosa fa e come diventarlo

Notizia Notizia

Non si tratta di un semplice professionista del benessere: chi opera questo specifico tipo di massaggio entra in contatto anche con la nostra psiche. Ecco come diventare dei veri esperti e iniziare a praticare 

Nuove professioni - Massaggiatore bionergetico: chi è, cosa fa e come diventarlo

Nei momenti di stress, ciò per cui ci si ritrova spesso a pregare è un massaggio. Ma, come sanno bene le frequentatrici di centri estetici, esistono tanti tipi di trattamento che agiscono in modi diversi sull'equilibrio psicofisico. Tra le nuove professioni si sta affermando sempre di più un tipo di massaggiatore che, come per il cuoco macrobiotico, unisce la propria abilità a una filosofia: la bioenergetica.

Chi è e cosa fa un massaggiatore bioenergetico? Facciamo il punto

Chi è il massaggiatore bioenergetico

Si tratta di un professionista che applica la bioenergetica alla pratica del massaggio. Si tratta di un massaggio rilassante e trasformativo, che si occupa del corpo fisico e del corpo energetico. La bioenergetica è una filosofia che parte dal presupposto che ogni individuo dispone di un'energia vitale, indispensabile per far funzionare corpo e mente, per il controllo degli stati fisici e per quelli mentali. Questa energia si chiama Qi (si pronuncia chi).

I terapeuti di bioenergetica sostengono che le emozioni attuino alcuni effetti sul nostro corpo, andando ad influenzare soprattutto la respirazione, la postura, e i movimenti potrebbero essere influenzati da problemi psicologici, stress, ansia, rabbia. Questi problemi possono ostruire il flusso energetico. Lo scopo di chi pratica la bioenergetica - e quindi anche i massaggiatori - è quello di rendere consapevoli i pazienti sui loro abituali movimenti e sulle loro posture in relazione alle emozioni.

Cosa fa il massaggiatore bioenergetico

Chi pratica il massaggio bioenergetico mette in atto una tecnica curativa, messa a punto da Francesco Padrini. L'obiettivo di questo massaggio, che i terapeuti definiscono "su misura", mira a scoprire le parti del corpo bloccate o tese e i punti carenti di energia per ristabilire l’equilibrio.

Prima di procedere al massaggio, però, il professionista deve fare un'ipotesi diagnostica di lettura corporea di tipo bioenergetico, osservando la persona nel suo insieme, a distanza non molto ravvicinata, per cogliere i punti salienti della sua struttura muscolo-scheletrica, la postura, l'atteggiamento del corpo e la presenza di disarmonie tra le varie parti del corpo. Si va ad analizzare anche il colore e il tipo di pelle, aree appiattite o ipotetici avvallamenti.

Poi, il massaggio. Il "paziente" si sottopone al tocco e alla pressione delle mani del professionista. Durante il massaggio il paziente entra in contatto con se stesso, con le proprie emozioni e sensazioni, pertanto può accadere che la persona si abbandoni a un pianto liberatorio. In quel caso il massaggiatore deve assecondare la persona, facendola girare su un fianco in posizione fetale.

Come si diventa massaggiatore bioenergetico

Trattandosi di una disciplina legata a una scuola filosofica, i ciarlatani che promettono certificati che permettono di lavorare in tutto il mondo sono numerosi. Sempre meglio consultarsi con Accademia Italiana Massaggio e Discipline Olistiche per individuare con un esperto il percorso formativo più adatto alla propria esigenza. Ma è bene ricordare che lo stesso Francesco Padrini, creatore del massaggio bioenergetico, tiene a sua volta corsi di formazione, finalizzati alla specializzazione nella materia e nella sua applicazione manuale.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI