Come combattere l'insonnia con la terapia cognitivo-comportamentale

Guida Guida

L'insonnia può tormentare notte e giorno. Scopri come combatterla con la terapia cognitivo-comportamentale!

L'insonnia non tormenta solo le ore che dovrebbero essere dedicate al riposo.

Dopo una notte trascorsa senza riposare adeguatamente si rischia di avere a che fare con la sonnolenza per tutta la giornata

Spesso per combattere il problema ci si affida a farmaci per dormire, che però possono portare allo stesso effetto collaterale: aumentare la sonnolenza diurna.

In realtà esistono anche altri modi per affrontare l'insonnia. Tra di essi è incluso il ricorso alla terapia cognitivo-comportamentale.

Alla base dell'approccio cognitivo-comportamentale c'è una complessa relazione tra i comportamenti, i pensieri e le emozioni.

Molti problemi sono influenzati da quello che facciamo

Per questo è possibile combatterli agendo su pensieri e comportamenti.

La terapia cognitivo-comportamentale può aiutare a combattere l'insonnia proprio in questo modo.

In pratica si tratta di una terapia a breve termine che insegna a modificare modalità di pensiero e abitudini poco produttive in modo da favorire un buon sonno.

Non si tratta di una cura, ma di uno strumento per gestire l'insonnia la cui efficacia è dimostrata da un'analisi degli studi condotti sul tema pubblicata sugli Annals of Internal Medicine.

La terapia cognitivo-comportamentale aiuta ad addormentarsi prima e a passare meno tempo con gli occhi sbarrati nel letto durante la notte

Secondo l'analisi i risultati ottenibili sono paragonabili o addirittura superiori a quelli ottenibili assumendo alcuni farmaci contro l'insonnia, ma non solo.

L'effetto positivo della terapia cognitivo-comportamentale dura almeno nei 6 mesi successivi alla sua interruzione, beneficio non ottenibile con i farmaci.

Sembra, insomma, che affidarsi ad uno psicoterapeuta possa essere davvero un'alternativa ai medicinali contro l'insonnia.

Foto © Sven Vietense – Fotolia.com
Fonte: Harvard Medical School 

Un aiuto dalle tecniche di rilassamento

La terapia cognitivo-comportamentale dell'insonnia può includere anche il ricorso a tecniche di rilassamento come la mindfulness

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI