Come fare yoga al computer

Guida Guida

Sciogliere le tensioni con semplici esercizi di yoga ha effetti positivi anche a livello psicologico. Ecco come fare meditazione al computer.

Passare tante ore davanti al computer, per lavoro o per divertimento, può causare diversi problemi al nostro organismo che nel corso dei millenni si è evoluto, invece, per la vita selvaggia, decisamente più movimentata di quella moderna.

Tali problemi possono causare dolori acuti o cronici anche molto forti

Un buon modo per prevenire questi problemi, e al contempo stimolare un senso di positività a livello psicologico, è dedicare qualche minuto all’esecuzione di alcuni semplici esercizi di yoga, da farsi mentre si è seduti davanti al computer.

Ecco come fare yoga al computer:

  • Eseguire con la testa una serie di movimenti circolari in un verso e nell’altro. Quindi piegare la testa a sinistra, poi a destra, verso l’alto e verso il basso. Contestualmente, recitare più volte il mantra “Om”.
  • Muovere le spalle con movimenti circolari, per sciogliere le tensioni. Si può decidere a piacere l’andamento del movimento, se all’indietro o in avanti.  Contestualmente, recitare più volte il mantra “Om”.
  • Piegare i gomiti, poggiare le mani sulle spalle e descrivere dei cerchi in aria, muovendo all’indietro e recitando nuovamente il mantra “Om”.
  • Muovere l’intero dorso verso destra e verso sinistra, accompagnando a questo movimento quello del capo. Ripetere “Om” focalizzando la mente sul dorso.
  • Muovere i piedi ripetendo “Om”, concentrandosi sulla parte inferiore del corpo: basso ventre, gambe, piedi, terreno, quindi l’intera Terra, ripetendo “Terra”.
  • Partendo dalla sommità del capo, massaggiarsi silenziosamente con entrambe le mani, scivolando su tutto il corpo fino a raggiungere i piedi.
  • Sollevare le braccia sulla testa e strofinare i palmi uno contro l’altro. Visualizzare idealmente un cielo luminoso e ripetere il mantra “Paradiso”. Ricominciare lo stesso massaggio precedente dalla sommità del capo, questa volta come se le mani potessero bagnarci della luce che abbiamo immaginato. Bagnare con attenzione tutto il corpo e in particolare il viso: occhi, orecchie, naso. Recitare contestualmente il mantra “luce”. Lasciare che la luce ci riempia completamente. A questo punto muovere e i piedi e irradiare questa luce alla terra, pensando “luce”.
  • Muovere le mani e mandare questa luce alle persone amate e a tutte le alter. Ripetere “Mando la mia luce a…” e “Possano tutti essere felici. Possa tutto il mondo essere felice”.
  • Strofinare i palmi uno contro l’altro. Pensare ai maestri illuminati e dire: “Om a tutti i maestri illuminati. Aiutatemi per piacere”. Ora ci si può fare una domanda, pensando alla propria vita. Quali sono gli obiettivi da raggiungere? In che modo? Qual è la propria strada? Ascoltare le risposte dentro di sè.
  • Poggiare le mani sulle gambe o sul ventre. Calmare la mente e pensare al mantra “Om”, focalizzandosi sulla testa, sul torace, sul ventre, sulle gambe, sui piedi, sulla Terra e sul cosmo intero. Ripetere “Om Om Om Shanti Om Pace Om Shanti Om Pace…”.
  • Interrompere il flusso di pensieri e restare seduti senza pensare per un minuto.
  • Pensare a cosa possiamo prendere dalla vita. E prenderlo.
  • Pensare a cosa aiuta a rimanere positivi durante la giornata e in generale nella vita. Riperterlo in una frase del tipo: “La mia frase positiva è: sono ottimista. Proseguo sulla mia strada con ottimismo".

Guardate tutte le guide e i video di DeAbyday dedicati allo yoga

 

Photo Credit: © adam121 - Fotolia.com

Il consiglio per chi è costretto a rimanere seduto a lungo è quello di prendersi delle piccole pause ogni mezz’ora per alzarsi e sgranchirsi un po’ le gambe, riattivando la circolazione nell’organismo. Una buona scusa per non far ciò come fosse “a comando”, può essere quella di approfittare per andare a bere. È risaputo, inoltre, che la produttività di chi si occupa di lavori creativi o di cosiddetto problem solving, beneficia parecchio di queste pause che consentono alla mente di resettarsi rispetto alle considerazioni sul problema specifico e di astrarre la sua formalizzazione, consentendo, una volta ritornati di avere una visione diversa di ciò che si stava facendo.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI