Chi è Valentino Talluto, l'untore che ha trasmesso l'HIV a più di 40 donne

Notizia Notizia

Dal 2006 Valentino Talluto ha trasmesso il virus a donne inconsapevoli. A loro diceva: "Tranquilla, senza il preservativo è più bello"

Chi è Valentino Talluto, l'untore che ha trasmesso l'HIV a più di 40 donne

Nell'intervista concessa a "Le Iene", una delle vittime di Valentino Talluto dice: "Gli uomini che ho avuto si contano sulle dita di una mano". Purtroppo tra questi c'era anche l'untore di Acilia, da cui questa ragazza ha contratto il virus dell'HIV.

Talluto è accusato di aver contagiato non meno di 30 donne, durante rapporti sessuali non protetti, conscio di essere sieropositivo.

Il metodo di Valentino era semplice. Sceglieva le sue vittime una ad una, su Internet. Poi, una volta stabilito il contatto, al momento del rapporto sessuale diceva alla ragazza: "Tranquilla, lo facciamo senza preservativo perché è più bello e si prova più piacere". In più, non si accontentava di gestire un solo rapporto per volta: era capace di avere anche sei amanti nello stesso periodo di tempo.

In più, all'inizio della sua "missione" di contagio, le ragazze scelte dovevano avere una caratteristica precisa: essere vergini. Col passare degli anni, ha iniziato a cercare persone sposate, per aumentare la capacità di contagio. I casi contestati a Talluto sono 57 e comprendono anche contaminazioni indirette: un bimbo, contagiato durante un rapporto con la madre durante la gravidanza, e 3 partner di donne infettate in precedenza.

Valentino Talluto, in carcere dal 23 novembre 2015 e ora rinviato a giudizio, ha risposto a tutte le domande poste dal pm Francesco Scavo. Ha dichirato che la violenza sulle donne lo inorridisce. Che ha sempre rifiutato l'idea di aver fatto del male, nonostante la portata delle sue azioni, dal 2006 (hanno in cui Talluto scopre di essere sieropositivo) al novembre 2015. L'unica domanda a cui non ha risposto è sul perché lo ha fatto. Il 32enne è rimasto in carcare: i domiciliari gli sono stati negati perché, hanno sostenuto i giudici, avrebbe potuto continuare a contagiare.

L'essere sieropositivo per Talluto non era un problema, "cioè nel senso che non la vivevo male come avessi qualcosa in meno. Però con le ragazze con cui sono stato di più e c’era , come posso dire, una speranza di futuro glielo comunicavo ad altre no". La madre di Valentino Talluto era tossicodipendente: morì di Aids quando lui aveva 4 anni. Ha saputo la verità solo a 19 anni e l'ha commentata dicendo: "Sono rimasto deluso solamente perché non sapevo la verità, tutto qui".

Fare il test dell'HIV

Puoi effettuare il test presso i Centri Riferimento Hiv/Aids delle Asl e degli ospedali, i centri di cura delle I.S.T. (Infezioni Sessualmente Trasmissibili) e i centri prelievi accreditati. In più dal 18 al 25 novembre è possibile effettuare test rapidi e gratuiti presso le sedi della Lila.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI