Come evitare l'infezione dei buchi alle orecchie

Guida Guida

I buchi alle orecchie sono molto comuni, ma possono dare problemi come tutti gli altri piercing. Scopri come evitare un'infezione!

Anche i buchi alle orecchie possono infettarsi.

Infatti come tutti gli altri piercing anche quelli eseguiti sui lobi delle orecchie sono vere e proprie ferite che hanno bisogno di cicatrizzare correttamente.

Finché non sono guarite anche queste ferite sono esposte al rischio di infezione.

Per scongiurare il pericolo che un buco alle orecchie si infetti è importante farsi forare i lobi solo da persone fidate che abbiano a disposizione gli strumenti (e le conoscenze) necessari per poterlo fare in sicurezza

Le precauzioni devono però proseguire anche una volta tornati a casa con i nuovi orecchini.

Ecco i consigli dell'American Academy of Dermatology per evitare l'infezione dei buchi alle orecchie.

  • Lavate sempre le mani prima di toccare delle orecchie forate da poco tempo
  • Indossate continuamente gli orecchini per almeno due settimane, senza rimuoverli nemmeno di notte: i buchi potrebbero chiudersi
  • Girate gli orecchini più volte al giorno; il movimento rotatorio terrà i buchi aperti
  • Lavatevi le orecchie almeno una volta al giorno con acqua e sapone
  • Pulite le orecchie con del disinfettante un paio di volte al giorno. In questo modo si elimineranno i germi e si eviterà la formazione di crosticine. Provate anche con della vasellina: potete stenderne uno strato sottile attorno all'orecchino

Come accorgersi, invece, se un'infezione è già in corso?

Dopo essersi fatti forare le orecchie è importante tenerle d'occhio”, raccomanda la dermatologa Elizabeth Martin. “Se diventano molto sensibili, rosse, o se dai buchi dovesse uscire del liquido giallognolo consultate un dermatologo certificato, perché potreste avere un'infezione”.

Foto © Syda Productions - Fotolia.com
Fonte: American Academy of Dermatology 

Quando il piercing è sconsigliato

Quando si forano le orecchie o si fanno altri piercing è bene utilizzare orecchini ipoallergenici, ma in alcuni casi nemmeno questa precauzione è sufficiente a evitare reazioni indesiderate. Chi tende a sviluppare cheloidi, ad esempio, farebbe meglio a rinunciare in partenza all'idea di un piercing.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI