Come proteggere la salute dallo smog con le mascherine giuste

Guida Guida

Lo smog può infiammare le vie respiratorie e causare altri problemi di salute, tumori inclusi. Scopri come proteggerti con le mascherine!

Lo smog minaccia la salute del nostro apparato respiratorio. Nelle cosiddette polveri sottili – spesso indicate con le sigle PM10 e PM2,5 – sono infatti presenti sostanze tossiche e cancerogene che una volta respirate possono accumularsi nei polmoni e promuovere reazioni allergiche, infiammazioni, asma, bronchiti e patologie tumorali.

L’uso delle mascherine anti smog può aiutare a proteggere la salute dalle polveri sottili
 

Non tutte le mascherine sono però uguali. A spiegarci come sceglierle è Federfarma Verona, che prima di tutto chiarisce il significato della sigla con cui vengono indicate, FFP: Prodotto Facciale Filtrante.

Tutte le mascherine dovrebbero riportare il marchio EN 149:2001+A1:2009, che fa riferimento alla norma europea che le suddivide in base alla loro efficienza filtrante.

Le categorie sono 3:

  • FFP1, con efficienza filtrante minima garantita del 78%: sono adatte per proteggersi dalle polveri sottili mentre si percorre il tragitto casa-lavoro, oppure quando si va a fare la spesa o nel percorso casa-scuola.
  • FFP2, con efficienza filtrante minima garantita del 92%: sono adatte a chi trascorre più ore in mezzo al traffico, ad esempio i vigili urbani, soprattutto in periodi in cui le condizioni atmosferiche contribuiscono a far scattare l’allarme inquinamento. Dotate di una valvola filtrante, devono essere sostituite in media dopo una settimana di utilizzo. Sono consigliate anche a chi si sposta in bicicletta, ma non solo: anche gli automobilisti possono respirare grandi quantità di polveri sottili, soprattutto se i filtri antiparticolato dell’auto non sono particolarmente efficienti.
  • FFP3, con efficienza filtrante minima garantita del 98%: sono adatte ai lavoratori di particolari settori industriali. Più pesanti, sono caratterizzate da una struttura più ingombrante.

Arianna Capri, vicepresidente di Federfarma Verona, ci spiega anche a chi è consigliato l’uso delle mascherine.

Nei periodi in cui scatta l'allarme smog “sono consigliate a tutti”, spiega l’esperta, precisando che “i soggetti che dovrebbero sempre indossarle sono gli sportivi che praticano all’aria aperta”.

In particolare, a utilizzare le mascherine dovrebbe essere soprattutto chi pratica ciclismo o jogging.

Durante l’attività fisica aumenta il ritmo respiratorio”, spiega Capri, “quindi anche la quantità di aria che entra nei polmoni” e, insieme ad essa, le polveri sottili".

Foto © olly – Fotolia.com
Fonte: Federfarma Verona

Consigli anti smog

Nei periodi in cui in città i livelli di polveri sottili superano i livelli massimi consentiti, bambini e anziani, se possibile, dovrebbero rifugiarsi in collina o in montagna per respirare aria più pulita. E’ inoltre bene fare attenzione ai bambini trasportati nel passeggino in mezzo al traffico: il loro volto è praticamente all’altezza dei tubi di scappamento.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI