Come proteggere la salute delle ossa con il tè

Guida Guida

Anche il tè è un alleato della salute delle ossa. Scopri i suoi benefici!

Proteggere la salute delle ossa è importante per preservare la qualità della vita durante l’invecchiamento.

Ossa fragili possono portare all’osteoporosi, una condizione a sua volta associata ad un maggior rischio di cadute e di fratture

Purtroppo dopo i 40 anni la densità di massa ossea è inesorabilmente destinata a diminuire.

A correre i maggiori rischi sono le donne, che con l’arrivo della menopausa si ritrovano alle prese anche con un altro fenomeno: la diminuzione degli estrogeni in circolo.

Questo calo ormonale porta infatti ad uno sbilanciamento dell’equilibrio fra l’attività degli osteoblasti (le cellule che sintetizzano nuovo tessuto osseo) e quella degli osteoclasti (elementi cellulari che, al contrario, sono responsabili della degradazione di tessuto osseo) a favore di quest’ultimo.

Il primo accorgimento da prendere per contrastare questi fenomeni è assicurarsi un adeguato apporto di calcio e livelli adeguati di vitamina D sin dalla tenera età.

Il picco di massa ossea si raggiunge tra i 20 e i 30 anni. Per questo è importante garantirsi livelli adeguati di calcio e vitamina D prima che il rischio di osteoporosi aumenti a causa dell’età

Esistono però anche altri nutrienti in grado di proteggere la salute delle ossa. Fra questi sembrano essere inclusi i flavonoidi del .

Uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition da un gruppo australiano di ricercatori ha ad esempio calcolato che nelle donne anziane che bevono almeno tre tazze di tè al giorno la probabilità di fratture ossee è inferiore del 30% rispetto a quella tipica delle donne che bevono raramente (o mai) questa bevanda.

Secondo gli esperti l’effetto protettivo dipenderebbe proprio dai flavonoidi, che promuoverebbero la sintesi di nuovo tessuto osseo rallentando la perdita di quello preesistente.

Un altro studio, pubblicato da un gruppo di ricercatori cinesi sulla rivista Osteoporosis International, ha associato al consumo di tè - da 1 a 4 tazze al giorno - una riduzione del 28% del rischio di fratture all’anca.

Sembra proprio che fra gli alleati delle ossa possa quindi essere annoverata anche questa bevanda. 


Foto: © HandmadePictures - Fotolia.com 

Non solo cibo

 Per fare il pieno della vitamina D tanto preziosa per le ossa non basta fare affidamento sul cibo. La sua fonte principale sono infatti i raggi del sole, che permettono all’organismo di sintetizzarla a partire dai suoi precursori.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI