Come prevenire i rischi sulla neve: caduta sul ghiaccio (prima parte)

Guida Guida

In questa stagione il rischio di cadute è alto a causa di ghiaccio e neve. Ecco cosa fare in caso di lussazioni e distorsioni

La neve e il ghiaccio possono comportare qualche rischio per gli sciatori ma anche per chi resta in città. Gli scivoloni possono mettere in pericolo la nostra salute, specie le ossa. Ecco cosa fare per prevenire e limitare i danni.

Spesso i ruzzoloni sul ghiaccio sono dovuti al fatto che non si indossano le scarpe giuste

  • In condizioni precarie è bene calzare scarpe con la suola profilata antiscivolo che favoriscono un buon appoggio e tengono anche i piedi al caldo
  • Non camminare con gli scarponi da sci sulle superfici ghiacciate, né andare di fretta e non lasciare superfici bagnate quando fa molto freddo
  • Secondo un recente studio dellIstituto superiore di Sanità, i rischi sulla neve riguardano soprattutto gli arti inferiori come il ginocchio per le cadute sugli sci, e gli arti superiori (polso) per le cadute dallo snowboard
  • Secondo lo studio, più le piste sono affollate più è alto il rischio di incidenti
  • Bisogna fare attenzione e controllare la velocità
  • E’ utile indossare il casco e le protezioni per la colonna vertebrale, soprattutto per i bambini e i ragazzi

Che cosa fare in caso di lussazione?

  • Si tratta della perdita di contatto tra le parti dell’articolazione, che diventa inutilizzabile. Può sembrare che “sporga” un osso e si prova dolore. Le lussazioni da cadute sul ghiaccio riguardano soprattutto la spalla. Ecco cosa fare:
  • chiamare i soccorsi o, in assenza, trasportare il ferito con molta cautela in ospedale
  • immobilizzare l’arto colpito in una posizione naturale usando giornali arrotolati o stecche
  • il ghiaccio può alleviare il dolore
  • mai cercare di riportare l’arto nella posizione originaria perché si rischiano danni maggiori

 Che cosa fare in caso di distorsione?

  • Si tratta di una temporanea modificazione dell’articolazione, in cui non si registra una perdita di contatto tra le superfici dell’articolazione stessa. I sintomi sono gonfiore, dolore e calore. Anche se non appare deformata, si fa fatica a muovere la parte colpita, che spesso è la caviglia, il ginocchio o il polso. Che fare?
  • Mettere in riposo la zona e applicare del ghiaccio per il dolore
  • Recarsi al pronto soccorso per escludere conseguenze più serie (lussazioni e fratture)

Nella seconda parte i consigli per fratture, tagli ed ecchimosi

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI