Come mangiare il panettone senza sensi di colpa per la linea

Guida Guida

Il Natale si avvicina e sulle tavole fa la sua comparsa il panettone. Ma è davvero un peccato mortale per la linea? Ecco come mangiarlo senza sensi di colpa

 

Il panettone è il dolce natalizio per eccellenza. Fortunatamente se viene consumato con attenzione può essere considerato anche un alimento nutrizionalmente corretto.

 

Ecco i consigli per mangiarlo senza sensi di colpa

Spesso rappresenta una tentazione “fuori dai pasti”, ma sarebbe meglio gustarlo durante la prima colazione con il caffè e il latte. Preferitelo alle merendine e alle brioche industriali dagli ingredienti poco chiari. Tenete, poi, presente che mentre secondo la ricetta classica il panettone fornisce 334 calorie per etto, una brioche liscia ne contiene 411 e una merendina con semplice pan di spagna 461.

Può essere mangiato dopo il pasto principale come dolce ma, per chi è già in sovrappeso, sarebbe opportuno eliminare il pane

Anche la scelta del panettone da acquistare è importante.

Se ci si affida a prodotti industriali è importante leggere le etichette.

  • Secondo una recente legge, si può definire panettone “un dolce a base di farina di frumento, zucchero, uova di gallina di categoria A, burro e lievito naturale”. Fate attenzione a prodotti che dichiarano altri ingredienti e che possono trarre in inganno.

Ricordate sempre che anche il panettone artigianale deve seguire le stesse regole.

 

 

Il panettone risulta meno calorico di altri dolci natalizi come, ad esempio, il pandoro che ne conta 430 di calorie e il panforte, invece 473.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI