Come vivere a lungo e in buona salute

Guida Guida

L'età avanzata non è sempre indice di buona salute. Ecco i consigli per assicurarsi una lunga vita e sana: dall'alimentazione all'attività fisica.

Gli italiani sono un popolo molto longevo: si è calcolato che mediamente gli uomini hanno un’aspettativa di vita di 79,4 anni, mentre per le donne si arriva anche a 84,5, con una popolazione complessiva di ultraottantenni che supera i tre milioni e mezzo di persone, e di cui ben sedicimila sono centenari.

Ma l’età media avanzata, per i singoli non è di per sé indice di buona salute, pur riflettendo una generale situazione positiva del paese in termini di assistenza sanitaria e qualità della vita, in linea (o anche superiore) con gli standard delle altre nazioni occidentali.


Viceversa, ciò che avviene in gioventù influenza molto lo stato di salute che si avrà durante gli anni senili, di conseguenza, si può dire che per avere una vecchiaia in salute occorre pensarci fin da giovani.

Ecco come vivere a lungo e in buona salute

Un team di esperti dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano ha analizzato quali sono i comportamenti più virtuosi (e quelli assolutamente da evitare) per vivere a lungo e bene. Vediamo cosa hanno scoperto.

Tra i comportamenti più dannosi troviamo:

  • Scarso consumo di pesce, frutta e verdura
  • Assunzione di quantitativi insufficienti di acqua
  • Scarsa o nulla propensione all’attività sportiva

Tra i comportamenti anti-age più efficaci, invece:

  • Consumo di pesce di varia qualità, almeno due volte a settimana. Tra le cotture, preferibili quelle al vapore, al forno al cartoccio, alla griglia, alla piastra in padelle antiaderenti. Mentre andrebbe posta molta attenzione nel consumo di pesce crudo e limitato quello di fritture. Anche il pesce in scatola può essere un’alternativa.
  • Per quanto riguarda la verdura, gli esperti consigliano di assumerne due o tre porzioni al giorno, ma più se ne mangia e meglio è. Tale verdura può essere sia cotta che cruda e può essere utilizzata come contorno o anche come farcitura nelle pietanze. Un ottimo modo, quest’ultimo, per farla mangiare anche ai bambini, sempre più spesso poco avvezzi al suo consumo.
  • Anche la frutta va mangiata tre volte al giorno e, come per la verdura, va variata la tipologia. Si può usare anche a colazione se abbinata allo yogurt e può essere elaborata in varie formulazioni: frullata, spremuta, mousse. Il limite è solo la fantasia.
  • L’assunzione di acqua è fondamentale per l’uomo. Purtroppo gli anziani, in special modo, assumono poca acqua (solo il 33% di loro supera il litro e mezzo giornaliero). Ciò impedisce la corretta idratazione dell’organismo. In età avanzata, la quantità giusta si attesta intorno ai 2-2,5 litri al giorno.
  • Anche i cereali svolgono un ruolo importante nella nostra dieta e andrebbero mangiati ad ogni pasto, alternando i prodotti raffinati a quelli integrali. Per la prima colazione si può optare per le fette biscottate, il pane e la marmellata, biscotti secchi e cereali croccanti. Per i pasti principali si può scegliere tra pasta, riso e pane. Anche orzo e farro vanno bene. Per chi vuol fare spuntini, sono consigliati crackers o grissini. Gli anziani con difficoltà di deglutizione possono orientarsi su semolini, creme di riso, ma anche il purè di patate o la polenta che, pur non essendo cereali, sono una buona fonte di amido. Anche la pizza può trovare un suo spazio, una volta a settimana.
  • Lo sport, e più in generale il movimento, è un altro alleato della buona salute. Bisognerebbe camminare tutti i giorni per trenta minuti continui, oppure, per chi non ha questa possibilità, andare in palestra/piscina o fare altri tipi di moto. Anche spostarsi in bici aiuta molto, come pure fare le scale. I più spigliati possono scegliere anche di frequentare una scuola di ballo, ma chi proprio non ha possibilità di andare in un luogo attrezzato, dovrebbe dotarsi di cyclette, tapis roulant o tappetino con pesi ed esercitarsi. Mentre alcuni hobby tradizionali, come giardinaggio, bricolage, pittura, aiutano a fare un discreto movimento, ugualmente utile.

 

Photo Credit: © contrastwerkstatt - Fotolia.com

Una buona salute passa anche per la mente. Al pari dei muscoli, anche il nostro cervello va tenuto in allenamento costante, se vogliamo che sia reattivo e lucido. Dedicarsi a giochi di abilità e memoria, come i giochi di carte, l’enigmistica, ma anche leggere e studiare, aiutano a tenere la mente sempre giovane e sveglia.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI