Mal di testa: l'emicrania è causata da una carenza di vitamine?

Notizia Notizia

L'emicrania può essere associata a una carenza di vitamine. Scopri quali sono i reali benefici dell'assunzione di integratori contro il mal di testa!

Mal di testa: l'emicrania è causata da una carenza di vitamine?

L'emicrania può colpire a tutte le età e a soffrirne sono soprattutto le donne. Secondo i dati diffusi dal Centro per la diagnosi e cura delle cefalee del Policlinico Umberto I di Roma, la sua prevalenza nella popolazione adulta è infatti circa pari al 12%, con un picco del 18% fra le donne.

Secondo un nuovo studio presentato a San Diego in occasione del 58mo Convegno Scientifico Annuale dell'American Headache Society, alla base del problema potrebbero esserci delle carenze nutrizionali.

Un'elevata percentuale di bambini, adolescenti e giovani adulti che soffrono di emicrania hanno lievi carenze di vitamine

In particolare, l'emicrania è stata associata a carenza di vitamina D, riboflavina (la vitamina B2), folati (la forma di vitamina B9 presente negli alimenti) o di coenzima Q10 (una molecola simile alle vitamine presente in tutte le cellule dell'organismo, dove è coinvolta nella produzione di energia).

Già in passato alcuni studi avevano associato i livelli di queste molecole all'emicrania. I dati analizzati in questa nuova ricerca riguardavano pazienti alle prese con questa forma di mal di testa e includevano informazioni sui loro livelli ematici di vitamina D, riboflavina, coenzima Q10 e folati.

Ne è emerso che mentre nei ragazzi e nei giovani uomini era più frequente la carenza di vitamina D, nelle ragazze e nelle giovani donne era più frequente la carenza di coenzima Q10.

Non solo, lo studio ha anche svelato che in caso di emicrania cronica le carenze di coenzima Q10 e di riboflavina erano più frequenti che nel caso dell'emicrania episodica.

Ciò non dimostra però che assumere vitamine sia una valida soluzione per chi vuole sconfiggere l'emicrania.

Infatti gli studi in cui è stata tentata questa strada per prevenire il problema hanno prodotto risultati contrastanti.

Inoltre, anche nel caso di questi studi, pochi dei partecipanti hanno assunto solo vitamine; nella maggior parte dei casi al trattamento con integratori è stato associato quello con farmaci contro l'emicrania.

Per questo Suzanne Hagler, esperta di neurologia del Cincinnati Children's Hospital Medical Center e autore principale della ricerca, sottolinea che “saranno necessari ulteriori studi per chiarire se una supplementazione a base di vitamine sia efficace nel caso generale dei pazienti con emicrania, e se i pazienti con un'emicrania lieve abbiano più probabilità di trarre benefici dalla supplementazione”.

Foto: © gpointstudio – Fotolia.com
Fonte: EurekAlert! 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI