Come rinnovare la pelle con i rimedi naturali

Guida Guida

In primavera la pelle comincia ad essere più scoperta ed ha bisogno di più cure. Ecco come fare per rinnovarla con i rimedi naturali.

È primavera e si comincia a mettere da parte gli indumenti più pesanti. I vesti sono più leggeri, arrivano i primi soli e la pelle è più esposta. Mai come in questo periodo la pelle ha bisogno di essere rinnovata per accogliere il sole e la luce nella maniera migliore, senza rischi o danni eccessivi. La pelle ha bisogno di essere rinnovata e per farlo occorre eliminare le cellule morte che otturano i pori. La pulizia della pelle è il primo passo per fare agire i prodotti naturali che servono  renderla più morbida, compatta e resistente, pronta ad affrontare il “cambio di stagione”.

La pelle si rinnova continuamente, ma dopo i 25 anni il processo di rinnovamento rallenta. Questo causa un accumulo delle cellule morte, con l’ostruzione dei pori e una scarsa ossigenazione. Di conseguenza, la pelle si ispessisce e si inaridisce e possono comparire anche delle macchie e piccole rughe, che si accentuano con l’esposizione ai raggi solari.

Per prevenire tutto questo occorre ripristinare il film idrolipidico della pelle, pulirla in profondità, ossigenarla, nutrirla e idratarla con efficacia.

Per rinnovare la pelle fai:

1)   Uno scrub naturale su tutto il corpo, viso compreso, per portare via le cellule morte. Ottimo è il sale grosso, associato ad un guanto di crine naturale. Il sale grosso si può sostituire con lo zucchero di canna, la polvere di semi io le cere vegetali, reperibili in erboristeria. Utile anche un mix di Sali naturali. Da usare i grani grossi sulle parti più spesse (gomiti, glutei, ginocchia) e i grani più sottili sulle parti più delicate (viso, collo, petto, seno, gambe, piedi).

2)   Passa una crema a base di principi esfolianti a base di olio di argan, rosa mosqueta, amido di riso o burro di karité. Si tratta di sostanze che, oltre a levigare la pelle, la rendono morbida e idratata.

3)   Massaggia la pelle con lo scrub prima di fare la doccia o il bagno. In questo modo, l’esfoliazione sarà più efficace. Una volta eliminate le cellule morte, sotto la doccia o nel bagno, puoi continuare a fare il massaggio con lo scrub, magari sotto forma di gel, facendo attenzione alle parti più delicate o se ci sono capillari in evidenza.

4)   Alla fine del trattamento, asciuga bene la pelle tamponando (evitando di strofinare) e applica un’abbondante dose di crema nutriente. Ottime sono le creme a base di olio di jojoba, burro di karité, olio di mandorle , olio di oliva. In genere tutti gli oli naturali sono adatti. Puoi fare anche degli impacchi di olio di mandorle dolci, avvolgendo gambe, braccia, seno, pancia e fianchi nella pellicola per mezz’ora. Dopo immersione in bagno o una doccia, puoi far scivolare via l’olio con un massaggio leggero con una spugna naturale.

Adesso la tua pelle è rinnovata e pronta per affrontare una nuova stagione di luce, di sole, ma anche i tipici sbalzi dei temperatura caratteristici della primavera, in attesa del sole forte dell’estate.

Un bagno di vapore

Prima di procedere allo scrub, prepara la stanza da bagno con il vapore. Aiutati con il vapore acqueo della vasca da bagno associato ad oli essenziali come l’olio di rosmarino e l’olio di rosa damascena, decongestionanti e purificanti. Questo può aiutare i pori della pelle già ad aprirsi e ad eliminare alcune tossine, predisponendoli per lo scrub e dando alla pelle l’effetto e i benefici di un bagno turco.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI