Come curare le allergie con le terme: naso e gola

Guida Guida

Le terme sono sorgenti benefiche per liberare le vie respiratorie occluse da manifestazioni allergiche. Ecco come curarsi con le acque termali

Le acque termali salsobromoiodiche sono caratterizzate da alte concentrazioni di cloruro di sodio, bromo e iodio che esercitano una naturale azione antinfiammatoria e antibatterica e, inoltre, stimolano le difese dell’organismo.

Ecco come curare le allergie con le terme: naso e gola

  • I vapori di queste sorgenti, proteggono le mucose delle cavità nasali e riattivano il sistema immunitario. In più rafforzano il tappeto ciliare, un vero e proprio filtro per le impurità che entrano nel naso.
  • Secondo i medici termali queste acque favoriscono l’autolavaggio delle mucose del naso e dei seni paranasali circostanti, dove tende a ristagnare il muco
  • Contro i disturbi della rinite allergica, in genere, vengono prescritte irrigazioni e docce nasali che preparano la mucosa a ricevere le altre cure inalatorie micronizzate, fatte con acqua nebulizzata
  • L’irrigazione, molto più indicata per le forme di sinusite allergica cronicizzata, prevede l’uso di una sonda che, immettendo la soluzione di acqua nelle cavità nasali, asporta il muco
  • La doccia nasale micronizzata, invece, si effettua facendo aderire alle narici un’ampolla collegata ad un apparecchio che nebulizza la soluzione acquosa
  • Leggete come curare le allergie con le terme per sapere come ottenere il miglior risultato

 

Le acque salsobromoiodiche, ideali per la rinite allergica, sono quelle di Abano, Montegrotto, Battaglia che fanno parte delle Terme Euganee. Sono efficaci anche le Terme di Salsomaggiore: l’acqua ha un effetto anti-infiammatorio e sedativo. Sirmione, con le sue terme sulfuree e salsobromoiodiche, associa benefici per la pelle e per la respirazione.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI