Come curare le allergie con le terme: gli occhi

Guida Guida

Salus per aquam: la salute viene dall'acqua secondo un detto popolare latino. Ecco, infatti, come curare le congiuntiviti con l'aiuto delle acque termali

Tra i tanti sintomi della pollinosi, uno di quelli che provocano maggior fastidio è l’infiammazione della membrana della congiuntiva, il tessuto che ricopre l’occhio.

Chi soffre di congiuntivite continua a lacrimare, ha gli occhi rossi e, spesso, anche secrezione nasale. Questo disturbo è spesso associato a rinite e si manifesta con prurito, secrezioni, lacrimazione, fastidio verso fonti luminose e rossore.

La congiuntivite peggiora quando, oltre all’allergia, l’occhio è sottoposto a stress visivo costante dovuto alle molte ore trascorse davanti a pc o al volante.


Non tutti sanno che salus per aquam, ovvero la salute viene dall’acqua secondo un detto popolare latino. Ecco infatti come curare le allergie con le terme:

  • I medici termali consigliano una detersione nasale con docce salsobromoiodiche, le stesse usate per la cura di allergie di naso e gola. Queste acque riducono rossori e lacrimazioni.
  • Le docce si effettuano con acque termali micronizzate, cioè ridotte a goccioline quasi nebulizzate, spruzzate nelle narici.
  • L’operazione serve per liberare i canali lacrimali che, in fase allergica, si caricano di batteri, creando fastidi e infezioni agli occhi.
  • Leggete anche i consigli per mantenere gli occhi in salute.

 

Photo Credit: © Fotowerk - Fotolia.com

Sono particolarmente indicate le acque batteriologicamente pure delle Terme di Battaglia e Galzignano. Sono anche poco radioattive, quindi usate anche per patologie diverse come tiroiditi, cardiopatie. Queste acque, inoltre, non provocano squilibri alla delicata attività delle cellule oculari.

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI