Come affrontare le alte temperature e i colpi di calore (seconda parte)

Guida Guida

Con il caldo le temperature spesso raggiungono livelli troppo elevati per il nostro corpo e questo provoca disturbi soprattutto per bambini, anziani o chi soffre di pressione bassa. Come prevenirli?

Con il caldo le temperature spesso raggiungono livelli troppo elevati per il nostro corpo e questo provoca disturbi soprattutto per bambini, anziani o chi soffre di pressione bassa. I colpi di calore possono colpire chiunque perché l’organismo ci mette alcuni giorni ad abituarsi ai cambiamenti climatici.
Nella prima parte di questa guida abbiamo descritto gli effetti del caldo, ora preoccupiamoci di come prevenirli .
Prima di tutto è necessario sapere come funziona il nostro corpo esposto alle alte temperature, quali sono le reazioni fisiologiche al caldo?
L’organismo si libera dal calore interno con la respirazione. Quando fa caldo si inspira aria calda ma si espira aria ancor più calda. Per abbassare la temperatura corporea, l’ipotalamo (una zona del cervello) stimola la produzione di particolari ormoni che intervengono per aumentare il ritmo del respiro.

Chi non sopporta il caldo si agita e questo peggiora il senso di calore in quanto lo stress costringe l’organismo a produrre ormoni che causano stati di ansia con il conseguente aumento della temperatura corporea

Quindi è bene restare calmi perché il rilassamento determina un rallentamento del metabolismo e raffreddamento del corpo…quando si dice mantenere sangue freddo!


Cosa fare per prevenire i colpi di calore?

  • E’ indispensabile bere molto. Se non si fa sport la dose consigliata è un litro e mezzo di acqua al giorno; via libera alle bibite fresche ma non ghiacciate, in particolare ricche di potassio e magnesio
  • Indossare abiti leggeri. No a tessuti sintetici che non lasciano traspirare il sudore, non lo assorbono con il rischio di macerazioni della pelle; meglio colori chiari che respingono le radiazioni solari
  • Bagnarsi fa bene per raffreddarsi e per impedire al sudore di ristagnare sulla pelle. Evitare bagni in acqua troppo fredda (min. 34°); un tuffo nel freddo del mare va bene se è seguito da una nuotata energica che riscalda il corpo.  Ideale docce frequenti d’acqua tiepida o fresca per tonificare e rinvigorire la pelle
  • Un sistema di termoregolazione efficiente implica una sudorazione abbondante quando c’è tanto caldo, ma anche chi suda poco perde molti liquidi perché la superficie delle pelle è molto estesa. E’ bene bere con costanza in ogni caso

Cosa occorre fare se si ha un colpo di calore improvviso?

 

  • La prima cosa da fare è sdraiarsi o sdraiare la persona all’ombra e bagnare i polsi e la testa con acqua o alcol (evaporando raffredda la pelle); meglio se per la testa si usa una borsa del ghiaccio
  • In caso di svenimento, sollevare le gambe e slacciare gli abiti troppo stretti o sintetici
  • Quando si riprendono i sensi, è bene bere molti liquidi ricchi di Sali minerali o succhi di frutta e continuare a rinfrescare il corpo
Lo sapevate che...

La tollerabilità alle alte temperature dipende da umidità e ventilazione. Una persona può resistere in spiaggia sotto il sole cocente se c’è un po’ di brezza e nel deserto dove il clima è secco: questo dipende dal sistema di regolazione della nostra temperatura; in presenza di caldo umido, perde la sua efficienza. Quando l’aria è satura di umidità i pori si chiudono e il corpo non è più in grado di sudare e raffreddarsi.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI