Olio extravergine d'oliva: ecco come protegge dal cancro al colon

Guida Guida

Un nuovo studio svela i meccanismi protettivi dell'olio extravergine dì'oliva. Scopri come aiuta a difendersi dal cancro al colon!

L'olio extravergine d'oliva, ingrediente principe della Dieta Mediterranea, esercita numerosi effetti benefici sulla salute. Fra quelli noti è inclusa la capacità di contribuire a ridurre il rischio di cancro al colon.

Oggi nuove ricerche fanno luce sui meccanismi molecolari del ruolo protettivo dell'olio extravergine d'oliva.

Uno studio pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry ha dimostrato che l'olio extravergine d'oliva aumenta l'espressione di un gene in grado di contrastare la formazione dei tumori, CNR1

Quello al colon-retto è il secondo cancro più diffuso nelle donne dopo quello al seno e il terzo negli uomini dopo quelli al polmone e alla prostata.

Secondo le stime dell'Airc, l'Associazione italiana per la ricerca sul cancro, ogni anno questo tumore colpisce, rispettivamente, circa 40 e 70 mila uomini e donne nella sola Italia.

Gli esperimenti descritti in questo nuovo studio, frutto della collaborazione tra il Campus Bio-Medico di Roma, le Università degli Studi di Teramo e Camerino e il Karolinska Institute di Stoccolma, offrono la prova certa che introdurre nella propria alimentazione quotidiana quantità adeguate di olio evo aiuta a contrastare le alterazioni genetiche alla cui base è presente proprio l'alimentazione.

L'espressione di CNR1, infatti, porta all'espressione di un recettore importante per la regolazione dei meccanismi alla base delle alterazioni di geni che possono essere influenzati da fattori esterni, alimentazione inclusa.

Secondo Mauro Maccarrone, docente di Biochimica al Campus Bio-Medico e coautore dello studio, i risultati ottenuti dimostrano che cambiamenti genetici scatenati da fattori ambientali possono essere reversibili, ma non solo.

Questa scoperta rafforza infatti anche il concetto secondo cui l'alimentazione, se appropriata, è un aspetto attivo della prevenzione dei tumori e di altre malattie, dall'obesità alle patologie neurologiche, passando per il diabete.

Foto: © villorejo - Fotolia.com

Fonte: Università Campus Bio-Medico di Roma

Meglio a crudo (con un'eccezione)

Per trarre i maggiori benefici possibili dall'olio extravergine d'oliva è buona norma aggiungerlo ai cibi a crudo. Con un'eccezione, però: preparare un buon sugo con olio evo permette di sfruttare al meglio anche i benefici del licopene presente nei pomodori

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI