Ovaio policistico, fertilità e diabete: l'importanza del trattamento precoce

Guida Guida

La sindrome dell'ovaio policistico non è solo una questione di acne. Scopri il trattamento giusto per evitare diabete e problemi di fertilità!

La sindrome dell'ovaio policistico colpisce dal 4 al 12% delle donne in età riproduttiva.

Tipicamente associata ai problemi estetici e di autostima che nascono dal peggioramento dell'acne, dall'abbondanza di peli superflui e dall'accumulo di grasso a livello addominale, in realtà questa condizione ha anche altri risvolti negativi.

La sindrome dell'ovaio policistico altera il ciclo mestruale, è strettamente associata a problemi di fertilità e predispone all'insorgenza del diabete di tipo 2 dopo la menopausa

A sottolineare queste complicazioni dell'ovaio policistico sono gli esperti riuniti al 3° Congresso Nazionale LIPCOS di Milano.

L'evento ha rappresentato un'occasione per approfondire sia l'aspetto endocrino-metabolico della malattia, sia quello ginecologico.

Il primo passo verso la migliore gestione possibile della sindrome dell'ovaio policistico è una diagnosi corretta

Riconoscere la patologia permette infatti di mettere in atto un trattamento precoce e integrato che può aiutare a contrastare l'evoluzione e le complicanze della malattia.

In particolare, un trattamento adeguato permette di ridurre al minimo il rischio di sviluppare la resistenza all'insulina che prelude aldiabete e, dopo la menopausa, di disturbi metabolici e cardiovascolari.

Ma in cosa consistono i trattamenti?

I farmaci normalmente utilizzati per gestire la sindrome dell'ovaio policistico sono la pillola contraccettiva, gli antiandrogeni e molecole insulinosensibilizzanti come la metformina.

Le nuove frontiere della terapia dell'ovaio policistico sono però in campo naturale.

L'inositolo e l'acido lipoico combinano la capacità di aumentare la sensibilità all'insulina e quella antiossidante, aiutando a gestire la malattia in tutte le fasi della vita e senza effetti collaterali

Per questo motivo molti specialisti suggeriscono di assumere inositolo e acido lipoico come terapia di fondo per gestire la sindrome.

Foto © Eskymaks - Fotolia.com 

L'utilità della pillola

Agendo sull'ovulazione la pillola elimina le irregolarità mestruali associate alla sindrome dell'ovaio policistico, ma non curano il problema. Per questo sospeso il trattamento potrebbero presentarsi problemi di fertilità.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI