Pillola anticoncezionale, rischio di coaguli anche per i prodotti di nuova generazione

Guida Guida

La pillola anticoncezionale è pericolosa per la salute? Ecco il rischio di coaguli associato ai contraccettivi orali combinati di nuova generazione.

La pillola anticoncezionale è associata a un aumento del rischio di coaguli nel sangue.

La probabilità di avere a che fare con questo effetto collaterale non è però sempre la stessa.

Nel caso delle pillole di nuova generazione il rischio di formazione di coaguli è maggiore

Per giungere a questa conclusione gli autori di uno studio pubblicato sul British Medical Journal hanno analizzato i dati raccolti in due ampie banche dati britanniche, scoprendo che fra le attuali utilizzatrici di contraccettivi orali combinati (cioè a base di due diversi ormoni) il rischio di formazione di coaguli è maggiore rispetto a quello delle coetanee in stato di salute simile, ma che non assumono questi farmaci.

Gli ormoni in questione sono il drospirenone, il desogestrel, il gestodene e il ciproterone. Le analisi condotte indicano che fra le donne che assumono pillole a base di questi principi attivi il rischio di formazione di coaguli aumenta di circa 4 volte.

L'aumento del rischio è invece più contenuto nel caso in cui si assumano pillole di più vecchia generazione – quelle a base di levonorgestrel, di noretisterone o di norgestimato.

In questi casi, infatti, il rischio di coaguli aumenta di sole 2 volte e mezza.

Meglio quindi non assumerli? In realtà secondo gli esperti non è questa la conclusione da trarre.

Gli stessi autori dello studio ricordano che ci sono situazioni in cui il rischio di coaguli aumenta molto di più, in particolare la gravidanza.

Una donna incinta può andare incontro a un aumento del rischio di coaguli anche di 10 volte

Per questi secondo i ricercatori le donne non dovrebbero smettere di prendere la pillola, ma “consultare il loro medico e, in caso di preoccupazioni, parlare di quella che assumono”.

Foto© dalaprod – Fotolia.com
Fonte: BMJ 

Attenzione alle malattie sessualmente trasmissibili

La pillola protegge dalle gravidanze indesiderate, ma non dagli altri rischi associati ai rapporti non protetti, come le malattie sessualmente trasmissibili

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI