Attenzione ai grassi, impediscono di sentirsi sazi

Guida Guida

I cibi ricchi di grassi possono letteralmente mandare in confusione il cervello. Ecco cosa hanno scoperto i ricercatori sul loro effetto sul senso di sazietà!

A volte i cibi ricchi di grassi sembrano creare una vera e propria dipendenza.

Uno studio presentato all'edizione 2015 del convegno annuale della Society for the Study of Ingestive Behaviour sembra poter aver individuato un motivo alla base di questo fenomeno.

Mangiare molti grassi impedisce al cervello di percepire i segnali che fanno sentire sazi

Le conseguenze sarebbero abbuffate oltre i limiti della fame che possono portare alla comparsa dell'obesità, o almeno è questa l'ipotesi formaulata dagli autori dello studio, ricercatori dell'Università della Georgia, della Washington State University e dell'Università di Binghamton, al termine di una serie di esperimenti condotti sui ratti.

I ricercatori hanno infatti analizzato cosa succede nel cervello degli animali quando viene loro somministrato un mangime ricco di grassi.

Riorganizzano i circuiti cerebrali”, ha raccontato Krzysztof Czaja, uno degli autori principali dello studio.

A mediare il fenomeno sarebbero i batteri della flora intestinale

Il cambiamento di alimentazione porta infatti a cambiamenti improvvisi dell'ambiente gastrointestinale e ciò porta alla proliferazione di alcuni microbi.

Alcuni batteri sensibili iniziano a morire e alcune popolazioni possono addirittura svanire”, ha inoltre spiegato Czaja.

Le conseguenze non finiscono però qui. I cambiamenti nella flora intestinale possono infatti causare un'infiammazione in grado di danneggiare le cellule nervose che portano i segnali dall'intestino al cervello.

La conseguente comunicazione errata altera la sensazione del senso di sazietà, aumentando il rischio che si mangi troppo.

Secondo Czaja e colleghi potrebbe essere proprio questo il modo in cui i cibi artificiali altamente processati potrebbero danneggiare la salute: alterando l'equilibrio nella flora intestinale e mandando così letteralmente in confusione il cervello.


Foto: © rocketclips – Fotolia.com
Fonte: EurekAlert!  

L'importanza della flora batterica

Avere una flora batterica intestinale sembra essere sempre più importante. Per prendersene cura ci si può affidare all'assunzione di prebiotici che ne favoriscono la buona salute o, in caso di necessità, di probiotici che aiutano a ripopolarla di specie amiche della salute. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI