Sonno: il caffè rallenta l'orologio biologico

Guida Guida

La caffeina contenuta nel caffè può rallentare il nostro orologio interno. Scopri il modo in cui arriva ad indurre questo jet lag!

Il caffè può influenzare il sonno: è l'esperienza di tutti i giorni a suggerirlo, e numerosi studi scientifici confermano quanto la caffeina presente in questa bevanda possa compromettere il buon riposo o, in caso di necessità, aiutare a tenersi svegli.

C'è, però, una ricerca che dipinge il fenomeno in un modo inedito, svelando che il caffè può avere un effetto simile a quello del jet lag.

Se assunta in orario pomeridiano la caffeina può alterare il funzionamento dell'orologio biologico interno all'organismo, rallentandolo

Lo studio, frutto del lavoro di un gruppo di ricercatori dell'Università del Colorado di Boulder (Stati Uniti) e dell'MRC Laboratory of Molecular Biology di Cambridge (Regno Unito), è stato pubblicato su Science Transaltional Medicine e dimostra che assumere caffeina poche ore prima di coricarsi può far rimanere indietrol'orologio biologico più di mezz'ora.

Lo studio ha previsto che i partecipanti assumessero pillole contenenti una quantità di caffeina pari a quella presente in un caffè espresso doppio.

Analizzando i livelli salivari di melatonina – ormone che si accumula nell'organismo quando è ora di addormentarsi – è stato scoperto che la caffeina ritarda il suo accumulo di circa 40 minuti.

Studi condotti su cellule umane hanno inoltre svelato che la molecola da cui dipende questo effetto è il recettore A2A per l'adenosina. Quest'ultimo è una molecola coinvolta nel controllo del rilascio di alcuni neurotrasmettitori cerebrali.

Commentando la scoperta, Malcolm von Schantz, neurobiologo molecolare dell'Università del Surrey, nel Regno Unito, ha ipotizzato che assumere una dose di caffeina al mattino potrebbe produrre un effetto simile, aiutando a portare avanti l'orologio biologico interno.

Se così fosse, oltre a indurre una sorta di jet lag la caffeina potrebbe anche aiutare a combatterlo assumendola in orari diversi da quello serale.

Per confermarlo saranno però necessarie altre ricerche.
Foto: ©  jhk2303 - Fotolia.com
Fonte: The Scientist

Attenzione alla dipendenza

Secondo gli esperti la caffeina può indurre una sorta di dipendenza. Per questo consigliano in genere di non superare i 400 mg al giorno.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI