Zuccheri, vietato superare i 50 grammi al giorno

Guida Guida

Gli zuccheri aggiunti all’alimentazione quotidiana possono essere pericolosi per la salute. Scopri le raccomandazioni di Oms e Fda per un consumo sicuro!

Eccedere con gli zuccheri  può mettere in pericolo la salute. A preoccupare gli esperti di salute sono i cosiddetti zuccheri liberi, che includono gli zuccheri aggiunti - quelli che sono addizionati al cibo dai produttori o dai consumatori - e monosaccaridi e disaccaridi presenti naturalmente nel miele, negli sciroppi e nei succhi di frutta: sono questi gli elementi messi sotto accusa da chi si occupa di alimentazione sana.

Come sottolineato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), il consumo di zuccheri liberi aumenta il rischio di carie e può contribuire all'aumento di peso

Per questo motivo l’invito è alla riduzione del consumo di zuccheri aggiunti. Un invito lanciato prima dall’Oms e poi anche dalla Food and Drug Administration (Fda) statunitense che, allineandosi proprio con l’Oms, raccomanda agli Americani di non superare un apporto di zuccheri aggiunti pari al 10% delle calorie quotidiane.

Dal punto di vista pratico, ciò significa non aggiungere all’alimentazione quotidiana più di 12,5 cucchiai da tè di zucchero (50 grammi), cioè circa la stessa quantità presente in una lattina di Coca-Cola.

Nel caso, poi, dei bambini di età compresa tra 1 e 3 anni la raccomandazione dell’Fda è ancora più stringente: non superare i 25 grammi di zuccheri al giorno.

Il motivo per cui gli esperti puntano il dito contro queste molecole è il fatto che si tratti di calorie “vuote”. Mentre, infatti, gli zuccheri naturalmente presenti nel cibo vengono assunti insieme ad altri importanti nutrienti - ad esempio calcio, proteine e vitamine - gli zuccheri aggiunti portano con sé solo calorie, limitandosi ad aumentare l’apporto calorico dell’alimentazione quotidiana.

Secondo l’Oms “l’assunzione di zuccheri liberi dovrebbe essere ridotto durante tutta la vita".

"Le prove indicano che sia negli adulti che nei bambini l’assunzione di zuccheri liberi dovrebbe essere ridotta a meno del 10% dell’apporto di energie totale, e che una riduzione a meno del 5% dell’apporto energetico totale fornisce benefici aggiuntivi per la salute”.

Per farlo, la stessa Oms consiglia di:

  • limitare il consumo di cibi e bevande contenenti livelli elevati di zuccheri (ad esempio caramelle, snack dolci e bibite zuccherate)
  • scegliere frutta fresca e verdure crude come spuntini in alternativa a snack dolci

Foto: © krmk - Fotolia.com
Fonte: The Boston Globe; Oms  

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI