Allergie e intolleranze alimentari, attenzione all'affidabilità dei test

Guida Guida

I test per diagnosticare allergie e intolleranze alimentari non sono sempre affidabili. Scopri come capire se fidarti della diagnosi!

In Italia le allergie alimentari riguardano una quota compresa tra l'8 e il 10% della popolazione. Numerosi sono anche i casi di intolleranza alimentare.

La confusione su tema è però ancora molta e, di conseguenza, il rischio di diagnosi errate, basate su test poco affidabili, è dietro l'angolo.

Gli esperti riuniti a Loreto per il Congresso Nazionale “L’uomo e il cibo: delizia e croce” sostengono che spesso un'informazione non corretta porta a terapie non necessarie che a lungo termine possono compromettere seriamente lo stato di salute

Gli esperti puntano il dito contro alcuni test diagnostici venduti sul web, sottolineando che se in alcuni casi si tratta di pacchetti promozionali in altri sono delle cliniche specializzate a vendere analisi specifiche per diagnosticare allergie o intolleranze.

Felice Amelia, Presidente Apa Italia (Associazione Pazienti Allergici) ha sottolineato che “è assurdo pensare che in pochi minuti si abbiano risultati 'scientifici' che, in sede medica, necessiterebbero di settimane e mesi”.

In caso di diagnosi errata a correre i maggiori rischi sono i bambini e gli adulti oltre i 65 anni di età.

Il privarsi di certi alimenti, come il latte, il pane e la pasta, specialmente in alcune fasce d’età, potrebbe causare seri problemi per il nostro organismo, come carenza nelle ossa, fragilità muscolari e problemi renali”, ha spiegato Amelia.

Per di più secondo l'esperto tra gli alimenti più colpevolizzati sono inclusi quelli più preziosi per lo sviluppo, come il latte.

L’assenza di vitamine e proteine potrebbe provocare una mancanza di equilibro, che andrebbe successivamente curata, stavolta seriamente, dagli specialisti”.

Ecco qualche indizio che permette di capire se si ha a che fare con test e diagnosi affidabili

  • Secondo gli specialisti un’analisi scientifica richiede tempi lunghi e ha un costo di circa 30 euro
  • Se si basa solo sulla presenza di immunoglobuline G (IgG) l'analisi non ha fondamento scientifico
  • E' possibile intuire che il metodo non è scientifico quando viene consigliato di sospendere il consumo degli alimenti responsabili dell'intolleranza e di reintrodurli dopo poche settimane


Foto: © pogonici - Fotolia.com

Allergie contro intolleranze

Allergie e intolleranze alimentari sono forme diverse di sensibilità al cibo. Mentre le prime sono reazioni immediate e pericolose del sistema immunitario contro un cibo specifico, le seconde non coinvolgono il sistema immunitario e in genere i loro sintomi, anche se gravi, non mettono in pericolo la vita.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI