Attenzione alle intolleranze alimentari, danneggiano pelle e capelli

Guida Guida

I disturbi dermatologici sono spesso associati a intolleranze alimentari. Scopri come proteggere pelle e capelli con i cibi giusti!

Il legame tra salute della pelle e alimentazione non è una novità. Ma quanto possono incidere allergie e intolleranze alimentari sul benessere dell'epidermide?

A rispondere a questa domanda è Fabio Rinaldi, dermatologo presidente dell'International Hair Research Foundation (IHRF), che tra il 2010 e il 2013 ha condotto uno studio che ribadisce l'esistenza di un profondo legame tra alimentazione e salute della pelle.

Anche abitudini alimentari comuni e apparentemente “innocenti” possono essere associate a disturbi cutanei, che spesso appaiono cronici

Le allergie alimentari sono causa di disturbi cutanei nel 24,8% dei soggetti che abbiamo studiato, e spesso presentano sintomi molto complessi e difficili da capire”, spiega Rinaldi.

Nelle persone intolleranti, invece, l’incidenza di disturbi dermatologici (inclusi quelli che riguardano i capelli) è invece del 64,3%.

Sapere di essere intolleranti a un alimento è quindi fondamentale anche per proteggere la salute della pelle, tanto più alla luce del fatto che in moltissimi casi evitare questo alimento è una strategia efficace nella lotta contro il problema dermatologico cui è associata l'intolleranza.

Nel 76,3% dei soggetti che presentano un’intolleranza abbinata a un disturbo della pelle o dei capelli, la sintomatologia cutanea si attenua o scompare all’allontanamento del cibo o dei cibi a cui i soggetti sono intolleranti”, precisa Rinaldi.

Molto significativi sono risultati i casi di intolleranza al glutine, abbinati a forme di alopecia areata e cicatriziale”, aggiunge il dermatologo, specificando che invece l'intolleranza al lattosio può essere associata a dermatiti a livello del viso, del cuoio capelluto o delle mani e all’acne.

Seguendo un'alimentazione specifica per il problema di cui si soffre è possibile contrastare anche i problemi a pelli e capelli senza effetti collaterali

In questo modo”, spiega ad esempio Rinaldi, “si è ottenuta una diminuzione delle recidive delle diverse dermatosi nel 46,7% dei casi”.

Ma quali sono i suggerimenti dell'esperto per un'alimentazione a prova di pelle e capelli?

Sicuramente assumere una quantità sufficiente di amminoacidi”, spiega il dermatologo. “Se l’assunzione di questi principi nutritivi è insufficiente o il loro assorbimento nell’intestino è scarso, i capelli cadono e diventano più fragili e deboli, la pelle si modifica e si ammala, le unghie si sfaldano e si rompono”.

Largo quindi alle carni bianche, ai legumi, al pesce e alle uova, mentre bisogna fare attenzione agli insaccati.

Rinaldi consiglia inoltre di “assicurarsi di assumere abbastanza ferro e vitamine, includendo nella nostra dieta i frutti rossi, soprattutto mirtilli, ribes, fragole e lamponi, che sono ricchissimi di polifenoli e vitamine, e andrebbero consumati almeno tre volte alla settimana”.

Infine, le bevande.

Molti antiossidanti fondamentali per la vita dei capelli si trovano in quello che beviamo, soprattutto tè verde, succhi o centrifugati di frutta, vino rosso, caffè”, spiega il dermatologo, aggiungendo: “Bene il vino rosso: se un eccesso è responsabile di numerosi danni per la salute, una dose giusta ha effetti terapeutici grazie principalmente al resveratrolo. Meno bene il vino bianco che contiene, invece, quantità minime di questa sostanza”.

Foto © Syda Productions - Fotolia.com

Dieta mediterranea per la pelle

La dieta mediterranea rappresenta un regime alimentare ottimale sia per chi è in salute che per chi corre un elevato rischio cardiovascolare, ma non solo. Anche la pelle può trarne benefici: uno studio dell'Università “La Sapienza” di Roma ha ad esempio dimostrato che può aiutare a contrastare l'acne.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI