Ibtihaj Muhammad: la prima donna col velo alle Olimpiadi

Guida Guida

Ibtihaj Muhammad sarà la prima atleta statunitense a gareggiare con l’hijab: durante il Ramadan, si allena digiunando.

Fino a 7 ore di allenamento al giorno per l’atleta americana e musulmana Ibtihaj Muhammad, che, alle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro, competerà nella scherma femminile all'interno della squadra degli USA indossando l’hijab.

Ibtihaj Muhammad gareggerà per la squadra statunitense di scherma durante le prossime Olimpiadi di Rio

In questa occasione, il Ramadan, ovvero il periodo di digiuno, coincide con il periodo di preparazione olimpica. La sua tabella di marcia, che prevede cross training al mattino dalle 8.30 alle 10.30 e scherma di pomeriggio per 5 ore, durante il Ramadan cambia notevolmente.

L’atleta perciò fa cross-training dalle 6.45 alle 8.00: anticipa l’allenamento, facendolo subito dopo il pasto del mattino, che va consumato prima dell’alba. Gli allenamenti del pomeriggio vengono anticipati e conclusi entro le 14, prima che abbia un calo di energie. Il Ramadan prevede il digiuno fino al tramonto.

L’allenamento durante il Ramadan pone delle sfide complesse a un’atleta olimpica

Ibtihaj Muhammad ha affermato che digiunare e allenarsi le viene naturale: conosce i limiti del proprio corpo e adatta la propria dieta per assicurarsi che il cibo che ingerisce le fornisca l’energia sufficiente per il suo allenamento.

Essenziali e intelligenti i segreti per allenarsi digiunando: mangiare frutta e cibi ricchi di acqua al mattino, per prevenire la disidratazione, insieme a cibi ricchi di proteine per “sostenere” i muscoli e i famosi “supercibi”, come semi di chia e semi di lino.

foto @US Embassy London

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI