Come allenarsi con lo squash (seconda parte)

Guida Guida

Praticando squash si allena il fisico in modo completo e si scarica lo stress!

Attività fisica di tipo aerobico di alto livello, circa 800 calorie in un'ora di allenamento, gambe e glutei scolpiti, addominali, pettorali e braccia in continuo allenamento: fare squash sembra essere l'attività perfetta per restare in forma e scacciare lo stress!

Per giocare a squash bisogna essere allenati: forza muscolare e resistenza sono fondamentali per resistere in tutta l'ora della partita.

La gamma dei colpi dello squash è simile a quella del tennis: oltre al classico colpo di diritto e di rovescio, esistono altri colpi (sempre nelle due varianti, dritto e rovescio).

Ci si può concentrare sul lungolinea, il colpo principale dello squash: è un colpo da giocare vicino al muro, con forza e continuità. Da non dimenticare gli altri tiri: volee, smorzate, boost.

Ecco i colpi principali:

  • lungolinea e incrociata: colpi d'attacco fatti dalle retrovie, verso un punto opposto all'avversario. Il lungolinea costeggia la parete laterale, l'incrociata attraversa il campo lungo la diagonale, per cercare l'angolo opposto al vostro.
  • smorzata: altro colpo d'attacco che si fa dalla prima linea, con l'avversario in fondo. Il tiro si dirige agli angoli in modo smorzato, con la racchetta che si muove lentamente per smorzare il movimento.
  • boost: un colpo di difesa, da fare quando la palla vi supera. Si colpisce la palla di diritto o di rovescio, facendole toccare la parete frontale dopo un rimbalzo sul muro laterale più vicino.

Vi proponiamo qui degli esercizi da fare individualmente per migliorare il movimento del corpo e rendere i colpi più precisi e sciolti.

  1. Un esercizio perfetto per i principianti è il lungolinea dietro il box di servizio: si gioca ripetutamente un lungolinea con la pallina che rimbalza nel box di servizio. L'obiettivo è acquistare una buona continuità - almeno 20 colpi di seguito.
  2. un altro esercizio per migliorare la padronanza della racchetta è posizionarsi nel centro del campo e colpire il muro frontale vicino all'angolo sinistro. Quando la palla torna al centro, la si colpisce di rovescio verso il muro frontale, vicino all'angolo destro.
  3. la smorzata dalla T si gioca posizionandosi sull T e tirando una palla di dritto verso la parete frontale, vicino all'angolo destro. La palla rimbalzerà sul muro laterale, e tornerà verso di voi. Giocate ora la smorzata con la pallina che tocca la parete frontale e rimbalza tra pavimento e muro laterale. Giocate la smorzata in maniera lenta, con rimbalzo cortissimo, veloce o tagliata, con rimbalzo veloce: dovrete padroneggiare la pallina in ogni condizione.
  4. la volee lungolinea: posizionatevi nel box di servizoo e colpite al volo la pallina lungolinea. Muovetevi poi avanti e indietro nel campo, aumentando la velocità o la forza, e colpite a diverse altezze.

Leggete anche il nostro primo post sull'allenamento con lo squash!

foto STEVE CUBBINS

Colpire la pallina contro un muro aiuta a scaricare le tensioni quotidiane: lo squash è divertente e rilassante, quindi, sia praticato da soli che contro un avversario.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI